I veri amici dell'uomo ...

Le vaccinazioni per il cane

Scritto da G. • Venerdì, 27 dicembre 2013 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

E' importante vaccinare un cucciolo per permettergli uno sviluppo sano.

A due mesi: prima iniezione del vaccino quadrivalente (contro il cimurro, l'epatite, la leptospirosi, la parvovirosi).

Il cimurro: provoca sintomi digestivi, nervosi o respiratori. Tra i postumi della malattia, per i cani che la sopravvivono ci sono anche le crisi epilettiche.
L'epatite: causa febbre, gastroenterite e un rigonfiamento dei gangli.
La leptospirosi: si presenta in due forme. La prima provoca una gastroenterite emorragica e la seconda un ittero.
La parvovirosi: è una gastroenterite

A tre mesi: richiamo del primo vaccino e prima vaccinazione antirabbica

La rabbia: è una malattia inguaribile, fortunamente oggi è rara, che provoca encefalite e alterazioni del comportamente insieme a incapacità di inghiottire e quindi salivazione eccessiva. La vaccinazione è obbligatoria solo se ci si reca all'estero o si partecipi ad esposizioni o concorsi o comunque se si verifichino focolai nel territorio.


>>Continua a leggere "Le vaccinazioni per il cane"

5140 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il passaporto per gli animali da compagnia

Scritto da G. • Giovedì, 5 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

Se viaggiamo nei paesi fuori dall’Italia, nell’Unione Europea,  è necessario per i nostri cani, gatti e furetti avere il ‘’Passaporto per gli animali da Compagnia’’.

Il documento identificativo, rilasciato dalle Asl o dal veterinario è obbligatorio dal 1° ottobre 2004.

Le ASL, prima di rilasciarlo, dovranno verificare che sia presente il "microchip indicativo" che viene "iniettato" sotto la cute dell'animale dai veterinari autorizzati.

Sul libretto verranno inseriti il numero di microchip, le vaccinazioni fatte, i dati anagrafici del proprietario dell'animale, e obbligatoriamente la vaccinazione antirabbica effettuata almeno ventuno giorni prima della partenza.

Ventiquattro ore prima della partenza il veterinario certificherà, apponendo un timbro sul passaporto, che l'animale è in condizioni di salute idonee per il viaggio.


>>Continua a leggere "Il passaporto per gli animali da compagnia"

4755 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

I sintomi e i rimedi del cimurro del cane

Scritto da G. • Domenica, 18 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Emergenze Cane

Il cimurro del cane è una malattia infettiva, contagiosa, propria dei carnivori provocata da un ultra-virus, appartenente alla famiglia dei Paramyxoviridae, isolato da Carrè nel 1905. In condizioni naturali l’affezione colpisce,oltre al cane, la volpe, il lupo, la iena, ecc.

Dal punto di vista clinico si tratta di una delle malattie più complesse per il notevole poliformismo sintomatologico con cui spesso decorre.

Infatti nel cimurro, malattia sempre a decorso febbrile, si notano manifestazioni catarrali acute delle mucose e la presenza di un esantema vescicolo-pustoloso in particolare nella parte interna delle cosce e sul ventre.

Insorgono sintomi gastro-intestinali accompagnati da diarrea. Nella forma respiratoria si osserva catarro diffuso con tosse e segni riferibili a laringite, bronchite e bronco-polmonite. A carico del sistema nervoso centrale si rilevano fenomeni spastici o paralitici, come convulsioni.

Un tempo si pensava che il cimurro colpisse i cani dall’età di 3 mesi ad un anno, ora invece si è accertano che può colpire anche i cani adulti.
Il contagio è molto frequente nei luoghi dove ci sono molti animali come ad esempio i canili, i negozi di animali, le manifestazioni, ecc.

Per combattere questa malattia esiste un vaccino da fare contro il cimurro dalle 6 alle 9 settimane di vita del cucciolo. Il trattamento profilattico si impegna per proteggere i cani minacciati dall’infezione cimurrosa o comunque esposti al contagio.

L’iniezione deve praticarsi per via sottocutanea o endomuscolare nei muscoli della coscia. Nel caso in cui l’animale non fosse stato vaccinato e venisse a contatto con la malattia il trattamento curativo per essere efficace deve iniziarsi alle prime manifestazioni cliniche, quando si notano i primi fenomeni febbrili.



>>Continua a leggere "I sintomi e i rimedi del cimurro del cane"

45134 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!