I veri amici dell'uomo ...

Il Pastore Tedesco

Scritto da G. • Domenica, 12 gennaio 2014 • Commenti 0 • Categoria: Razze canine
Il pastore tedesco è una delle razze più diffuse al mondo, da parte di molti considerato il cane per eccellenza, ha alle spalle una storia relativamente recente.

Il primo esemplare di cane da pastore tedesco storicamente riconosciuto fu infatti "Hektor von Linksrhein" nel 1899.
Il Capitano di Cavalleria Von Stephanitz si era prefisso di ottenere una razza canina da impiego, di struttura media, buona robustezza d'ossatura e muscolatura forte, ma al contempo resistente allo sforzo.

Le varietà sulle quali si orientarono prevalentemente i primi allevatori furono il cane da pastore del Württemberg, di Turingia e della Svevia, nelle diverse tipologie di manto e taglia, ceppi ritenuti ottimali per progredire verso un modello morfologico che si perpetuasse adeguatamente.

Tra le tante denominazioni del cane da pastore tedesco, da lì a pochi anni dalla sua registrazione ufficiale nell'elenco delle razze canine, sortì quella di "pastore alsaziano". Il motivo principale era da ricondursi al sentimento antigermanico che aleggiava in Europa, specialmente alla nascita dei primi movimenti nazionalistici. In particolar modo in Inghilterra e Francia, si era soliti evitare nomi di cose o animali che potessero evocare la provenienza germanica, ridenominadoli all'occorrenza, e nel caso del cane da pastore tedesco, assegnandogli persino una diversa origine (alsaziana).

Le caratteristiche principali del pastore tedesco sono l'equilibrio, la versatilità, l'eleganza e la potenza che lo rendono ad oggi il più impiegato come cane guida da ciechi, da antidroga, da antiterrorismo, da protezione civile, da valanga ed in tante altre diverse occasioni.

Il pastore tedesco non deve mai essere tozzo, sgraziato o apparire pesante e inadatto a muoversi, ma neppure gracile, fine o simile per caratteristiche ai levrieri.


>>Continua a leggere "Il Pastore Tedesco"

47954 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il Terranova

Scritto da G. • Giovedì, 26 dicembre 2013 • Commenti 0 • Categoria: Razze canine
Il Terranova è un cane originario dell'isola canadese di Terranova.

Vi sono molte curiose ipotesi sull'origine di questa razza. La più probabile fa risalire questo cane ai cani da orso portati dai vichinghi sulle loro navi durante le loro esplorazioni.
Altri fanno risalire la razza ai mastini del Tibet, o a loro successori passati in America attraverso lo stretto di Bering durante le glaciazioni.
Il cane veniva impiegato per la caccia, il traino e la guardia ai villaggi.

Tra il XVIII e il XIX secolo tra le isole canadesi del nord-atlantico esisteva una razza denominata Cane di St. John's, utilizzata sia dai pescatori per il recupero delle reti e per il salvataggio in acqua, che dai cacciatori da riporto. Da questi cani si ritiene siano partite le selezioni, sia del Terranova, che del Labrador.

La razza è famosa per la sua caratteristica di amare l'acqua. Ed è per questo motivo che spesso è utilizzata per il soccorso in acqua.
Il suo istinto al salvataggio è così forte che talora può salvare anche chi non ne ha bisogno.

Dal punto di vista caratteriale è amichevole, giocherellone, difficilmente reagisce con rabbia e aggressività a meno che non ci sia un reale pericolo per il suo padrone. È una razza che si affeziona moltissimo. Cane delicato nei primi mesi di vita, ma molto robusto da adulto.
Il Terranova è un cane di grossa taglia, forte, elegante, armonico, agile, resistente.

Molti anni fa veniva usato come cane da lavoro nei boschi o durante la pesca perchè, essendo molto forte, può trasportare il doppio del suo peso.

Il Terranova ha pelo piatto e leggermente ondulato, lungo, duro al tatto, un po’ oleoso. Anche il sottopelo è grasso, per impedire all’acqua di raggiungere la pelle.

E' un cane eccezionale: buono, coraggioso, altruista, intelligente, umano.

Il Terranova possiede l’istinto innato di tuffarsi in acqua per salvare le persone, ed è per questo che viene utilizzato per salvare la gente che si trova in difficoltà per riportarla a riva in salvo.



>>Continua a leggere "Il Terranova"

13185 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il San Bernardo

Scritto da G. • Lunedì, 23 dicembre 2013 • Commenti 0 • Categoria: Razze canine
L'origine del cane di San Bernardo sembra risalire ai molossi romani selezionati nel tempo per adattarsi ai climi di montagna.

Probabilmente questi cani presidiavano con i soldati i punti strategici dei valichi e delle vie di comunicazione, al tempo dei romani e poi anche successivamente.

I cani allevati al colle di San Bernardo sono documentati per la prima volta in un dipinto del 1600 del pittore Salvator Rosa.
Probabilmente i primi cani vennero donati ai monaci che abitavano il Monastero di San Bernardo da alcune famiglie nobili per la guardia e la protezione dagli assalti briganti. Ma ben presto i cani vennero usati anche per il trasporto di piccoli carichi come latte e formaggi, per l'azionamento di dispositivi a mulino...
Inoltre i monaci li usarono per tracciare piste nella neve fresca, per prevedere la caduta di valanghe e ritrovare i viaggiatori dispersi col maltempo.

Fra i cani San Bernardo il più famoso fu Barry I (1800-1814), protagonista del salvataggio di circa 40 persone. Alla sua morte, il suo corpo venne imbalsamato e conservato presso il Museo di Storia Naturale di Berna, e da allora il miglior maschio di ogni cucciolata dell'allevamento dell'ospizio prende il nome di Barry.
La razza inizialmente conosciuta come mastino delle Alpi, nel 1800 si iniziò a diffondere come chien Barry (cane Barry, dal nome del suo esponente più famoso).

La denominazione cane di San Bernardo venne usata per la prima volta nel 1862, in occasione di un'esposizione cinofila presso Birmingham, e si iniziò ad usare universalmente verso il 1880.

Essendo un cane di grandi dimensioni è molto importante l’alimentazione e l’ ambiente in cui facciamo vivere il nostro amico. Basti pensare che alla nascita un cucciolo pesa mediamente 700/800 g e cresce così velocemente da arrivare all’ età di due mesi ad un peso di circa 15 kg.

Il cane dovrebbe vivere all'aperto, su terreni naturali, è un cane rustico, ricordiamoci però in particolare durante la crescita sarebbe meglio non fargli fare dei movimenti bruschi come le scale o i salti in quanto le articolazioni sono molto delicate in questo periodo.

Il Cane di San Bernardo è un mito vivente, buono e coccolone soprattutto con i bambini da cui si lascia fare veramente di tutto e con una pazienza infinita, un vero e proprio cane “Baby sitter”.


>>Continua a leggere "Il San Bernardo"

8572 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!