I veri amici dell'uomo ...

Il decalogo per avere un gatto in forma

Scritto da G. • Sabato, 17 marzo 2012 • Commenti 0 • Categoria: Cure del gatto

La Pet obesity task force, sponsorizzata da una grande azienda produttrice di cibo per animali domestici, è una equipe di veterinari che studia un problema sempre più diffuso: il sovrappeso dei nostri animali domestici. Gli specialisti hanno calcolatol che un terzo dei cani ha chili in eccesso o è addirittura obeso, situazione che coinvolge ben metà dei gatti. Per questi ultimi, il gruppo ha stilato un apposito decalogo, che tiene conto sia dell'alimentazione sia del movimento fisico (la maggior parte dei gatti obesi vive in appartamento):

1) somministrargli due pasti umidi al giorno, rispettando le dosi consigliate sulla confezione;

2) lasciargli a disposizione una ciotola di acqua fresca. Abitualo anche a bere dalla fontanella per gatti (il dispenser automatico) che, sfruttando l'effetto gioco,li stimola a introdurre più liquidi;

3) gioca con lui almeno mezz'ora al giorno

4) sistema la casa in modo che il micio possa fare esercizio anche da solo. Procurati tiragraffi, alberi per gatti, strutture per arrampicarsi, palline, topolini di pezza, eccetera

5) se si comporta bene premialo con coccole e carezze

6) se lo ricompensi con il cibo, usa soltanto bocconcini per gatti (nutrizionalmente equilibrati). Evita dolci, biscotti e cioccolata

7) ricordati di conteggiare i premietti nel totale dell'alimentazione quotidiana e riduci i pasti di conseguenza.


>>Continua a leggere "Il decalogo per avere un gatto in forma"

3749 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Scegliere un gatto in buona salute - 2° parte

Scritto da G. • Lunedì, 8 novembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Cure del gatto
Il gatto deve presentarsi tonico e muscoloso in relazione alla sua età e alla taglia. Il corpo deve essere sodo e pesante, il pelo lucido, morbido al tatto e privo di nodi. Quando si apre il pelo, soprattutto sul dorso, non devono evidenziarsi granellini neri, segnale che rileva la presenza di pulci.

Le orecchie devono apparire pulite e prive di cerume, e il padiglione auricolare esterno non deve mostrare alopecie; l'assenza di pelo, conseguente al grattamento, potrebbe infatti indicare la presenza di parassiti nel condotto uditivo. L'occhio deve essere ben aperto, privo di secrezioni, dal colore limpido e brillante, e la terza palpebranon deve essere visibile.

Non bisogna trascurare il naso e le narici. Il tartufo deve presentarsi umido e pulito, senza muco e incrostazioni attorno alle narici. Bocca e gengive non devono manifestare arrossamenti e odore eccessivo, la zona perineale deve essere pulita e asciutta, senza segni di infiammazione o dissenteria. L'addome non dev'essere gonfio o teso, sintomo di una verminosi o di una pericolosa malattia virale. 


>>Continua a leggere "Scegliere un gatto in buona salute - 2° parte"

2243 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Scegliere un gatto in buona salute - 1° parte

Scritto da G. • Venerdì, 5 novembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Cure del gatto
Quanto si sceglie un gattino si deve, se possibile, poter controllare l'ambiente dove questo è nato e cresciuto, lo stato di salute della madre (dalla quale non dovrebbe essere separato prima delle 10-12 settimane) e dei fratellini, e verificare se il cucciolo è stato correttamente svezzato e allevato. E' opportuno, in una nidiata, osservare il comportamento dei singoli gattini e il loro grado di socializzazione, sia all'interno della nidiata stessa sia nei confronti della mano dell'uomo.

Un gattino che ha avuto un corretto svezzamento sarà un adulto molto disponibile a essere manipolato. Per questo bisogna osservarlo e controllare se gioca e se è sufficientemente vivace: un gatto che rimane spesso appartato non è solo timido, un'apparente tranquillità potrebbe nascondere una malattia. E' utile, quando si sceglie un gatto, cercare di valutare nella giusta misura alcuni piccoli segnali che possono suggerire la presenza di un problema o una malattia.

Un gatto in buona salute, adulto o cucciolo che sia, mangia regolarmente e con appetito, si lava e si pulisce asportando impurità e sporcizia, si muove saltando e correndo normalmente senza manifestare segni di zoppicamento. 


>>Continua a leggere "Scegliere un gatto in buona salute - 1° parte"

3215 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!