I veri amici dell'uomo ...

Cosa dar da mangiare al gatto?

Scritto da G. • Giovedì, 23 gennaio 2014 • Commenti 0 • Categoria: Cure del gatto
Quali sono gli alimenti migliori affinchè il nostro gatto possa crescere sano e forte?

Vediamo una carrellata di alimenti per comprendere bene pro e contro di differenti tipologie alimentari.

Il latte è il primo alimento che viene in mente di dare al gatto.
Il micino lo riceve dalla madre come unica e completa fonte di sostentamento durante il suo primo mese di vita.
Dopo lo svezzamento, verso il 40° giorno di età, alcuni soggetti perdono la capacità di digerirne certi componenti e se glielo si somministra possono manifestarsi episodi di dissenteria. In questi casi è meglio non dargliene più.

La carne è senz'altro l'alimento principale che dobbiamo dare al gatto. Generalmente tutti i tipi di carne vanno bene, ci sono casi in cui alcuni organi possono far vomitare o far venire la dissenteria al gatto. Un esempio può essere il fegato o la milza, che vanno sempre somministrati in quantità modeste perchè sono molto nutrienti.
Il polmone va sempre bene, è però poco nutriente perchè è costituito in gran parte da tessuto fibroso.


Alla carne macinata va preferita quella a pezzetti perchè, la prima forma delle pallottoline appiccicose difficili da deglutire, la seconda invece viene ingerita quasi intera per poi essere vomitata in seguito e rimangiata con calma (in natura è normale perchè spesso i felini selvatici devono mangiare le proprie prede velocemente, le vomitano e le rimangiano in seguito in un luogo più sicuro).
La carne cruda va preferita a quella cotta, anche se la cottura può prevenire la trasmissione al gatto di alcune malattie parassitarie, come la toxoplasmosi.


>>Continua a leggere "Cosa dar da mangiare al gatto?"

10850 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Le fasi della vita del gatto

Scritto da G. • Mercoledì, 1 gennaio 2014 • Commenti 0 • Categoria: Cure del gatto
Un gattino appena nato pesa in media 100 g ed è lungo 10-15 cm, è completamente cieco e sordo e si affida al calore per ricercare le mammelle della mamma per mangiare, per scaldarsi e per eliminare le feci e le urine.

Se perde il contatto con la madre, comincia a trascinarsi emettendo miagolii acuti e se non la trova è destinato a morire.

Dopo un paio di settimane apre gli occhi che sono di un colore grigio-blu. Non cammina ancora, striscia e iniziano a spuntare i primi dentini.

Ad un mese di età è in grado di mangiare da solo, cammina tranquillamente, e impara già ad usare la lettiera.
Dopo circa 5 settimane è già in grado di tenersi pulito. 

E' possibile cominciare a fornirgli riso stracotto, carne tritata, pesce e verdure lessate, naturalmente tutto tritato finissimo.
Inizia così lo svezzamento e gradualmente il gattino cercherà meno latte dalla madre fino a rendersi del tutto indipendente.

Dai 6 agli 11 mesi il gattino diventa sempre più indipendente, inizia a giocare e a cercare di “cacciare”.


>>Continua a leggere "Le fasi della vita del gatto"

12438 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

L'alimentazione del cane contro rogna e micosi

Scritto da G. • Mercoledì, 4 dicembre 2013 • Commenti 0 • Categoria: Emergenze Cane
Quando i nostri cani vengono colpiti da malattie della pelle tipo le rogne o le micosi, perdono molto pelo, il loro bulbo pilifero viene molto danneggiato e il mantello stenta a ricrescere.

Generalmente il veterinario vi darà insieme alla cura per debellare queste malattie anche dei ricostituenti per la pelle.
A volte però può capitare che, a causa delle medicine, il cane non abbia molta voglia di mangiare e quindi di prendere gli integratori.
Possiamo comunque dargli del burro, dell’olio di semi o del pesce perché contengono degli acidi grassi insaturi necessari per la ripresa dello sviluppo delle strutture di base della pelle e del pelo.

Questi acidi grassi insaturi, che non si trovano molto negli alimenti preconfezionati in quanto si degradano molto facilmente, sono utilissimi per risolvere i problemi della pelle in generale, tipo la forfora, o la secchezza.


>>Continua a leggere "L'alimentazione del cane contro rogna e micosi"

2305 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!