I veri amici dell'uomo ...

Un cucciolo in casa? Solo con queste regole - 2° parte

Scritto da G. • Martedì, 12 giugno 2012 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

Cosa bisogna considerare prima di scegliere un cane? “E’ fondamentale rivolgersi a persone con esperienza che sappiano consigliare sul tipo di animale ma anche dare tutte le informazioni necessarie su come crescerlo” sottolinea Galletti. “Non stupitevi se chi vi affida il cane vi fa molte domande: servono a capire se siete in grado di prendervi cura di lui. Un cucciolo, per esempio, durante la fase di crescita e dopo lo svezzamento avrebbe necessità di svolgere un’attività fisica per almeno 30-40 minuti al giorno. Noi siamo sicuri di poterli garantire al nostro cane?”


Fondamentali le visite periodiche dal veterinario, che potrà dare consigli non solo medici ma anche per l’educazione dell’animale di casa. “Nell’alimentazione il cane, a differenza del gatto, è abitudinario”, sostiene il Dottor Simone Lamberti, nutrizionista e trade marketing manager di Cargill in Italia. “Un cane potrebbe mangiare gli stessi alimenti per tutta la vita, ma ha esigenze diverse in funzione dello stadio di crescita, dell’età e del tipo di attività fisica: per questo ogni cane in ogni fase richiede una dieta specifica”. I diversi tipi di mangimi che si trovano in commercio sono pensati proprio per rispondere in modo equilibrato e costante alle richieste di proteine, carboidrati, vitamine e oligominerali.



>>Continua a leggere "Un cucciolo in casa? Solo con queste regole - 2° parte"

1837 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Un cucciolo in casa? Solo con queste regole - 1° parte

Scritto da G. • Mercoledì, 6 giugno 2012 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

Una famiglia italiana su due convive con un animale, prevalentemente cane o gatto. Combatte la solitudine, aiuta a socializzare, spesso diventa anche uno status symbol. Ma è un impegno di non poco conto, che richiede pazienza, passione e dedizione. Per questo è necessario valutare tutte le implicazioni della scelta, anche per evitare il deprecabile fenomeno estivo dei cani abbandonati in autostrada dalle famiglie che partono per le vacanze. Abbiamo chiesto a due esperti cosa significa far entrare un animale in famiglia e cosa si deve sapere per diventare i “genitori” di un cucciolo.


“Paragonare il cucciolo a un figlio è senza dubbio eccessivo”, premette la Dottoressa Sara Galletti, veterinaria e responsabilità di Cargill, multinazionale leader in Italia nella nutrizione animale, presente con il marchio Raggio di Sole nel pet food, “ma inserire un cane in una famiglia è come far entrare un nuovo componente a tutti gli effetti, di cui bisogna considerare le esigenze e che bisogna educare.



>>Continua a leggere "Un cucciolo in casa? Solo con queste regole - 1° parte"

2091 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Prime cure per i cuccioli

Scritto da G. • Martedì, 10 aprile 2012 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

Il primo gesto per aiutare il cucciolo ad affrontare il nuovo ambiente sarà quello di prenderlo per le zampe posteriori, con la testa rivolta verso il basso.

E’ necessario poi scuoterlo delicatamente, mentre gli aprite la bocca. Questo gli permetterà di espellere qualsiasi cosa possa ingombrargli le vie respiratorie impedendogli di ossigenarsi.

Si avrà un aumento della circolazione sanguigna a livello cerebrale. Bisogna inoltre aiutare il cucciolo a lottare contro il freddo, soprattutto se viene alla luce mediante taglio cesareo. Va quindi asciugato e collocato sotto una lampada riscaldante.


>>Continua a leggere "Prime cure per i cuccioli"

2199 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

I riflessi dei cuccioli di cane

Scritto da G. • Martedì, 27 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

Il sistema nervoso del cucciolo non è ancora giunto a maturità durante il periodo neonatale e funziona essenzialmente per riflessi.

Il riflesso di suzione: appena il cucciolo tocca la mammella, la lingua innesca la poppata. Potete provare anche con il vostro dito e vedrete che ve lo succhierà.

Il riflesso di rintanamento: il cucciolo non può regolare la propria temperatura alla nascita, quindi il suo corpo subisce delle variazioni termiche dell'ambiente esterno. Il suo primo riflesso è la ricerca del calore. Infatti se provate a piegare la mano formando un incavo come se voleste catturare il muso del cucciolo, noterete che istintivamente ficca il naso nella mano e la spinge portandovi avanti. Questa tendenza a rintanarsi esiste dal primo giorno della nascita fino al 21° giorno.

Il riflesso labiale: se toccate le labbra del cucciolo con un dito, il labbro e la lingua si mettono in azione. Anche questo riflesso scompare a partire dal 21° giorno

Il riflesso di estensione incrociata: bisogna tenere il cucciolo disteso sul dorso e pizzicarlo sotto la zampa posteriore. La zampa pizzicata si flette mentre la zampa opposta si tende. Questa reazione scompare verso i 18 giorni.



>>Continua a leggere "I riflessi dei cuccioli di cane"

10031 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La contraccezione del cane

Scritto da G. • Giovedì, 22 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

Non è indispensabile far partorire una cagna, anche se non tutti i professionisti sono d’accordo. Se temete il periodo dei calori che si verificano due volte all’anno, potete optare per un contraccettivo che diventa indispensabile quando avete sia un maschio che una femmina e non desiderate che si riproducano.

Esistono rimedi sia farmaceutici che chirurgici sia per il maschio che per la femmina.

I rimedi farmaceutici hanno il vantaggio di non essere definitivi. Consistono nel praticare un’iniezione di ormoni ogni 5-6 mesi, dopo che si sono verificati i primi calori. Questo metodo però non è consigliabile visto che comporta dei rischi per la salute.

I rimedi chirurgici sono definitivi e non comportano rischi di infezioni uterine. Gli inconvenienti possibili riguardano un aumento di peso e un’incontinenza urinaria nella femmina in età avanzata. Questi fenomeni non si verificano necessariamente, ma è probabile che compaiano.

L’ovariectomia è l’asportazione delle ovaie, l’isterectomia è l’asportazione dell’utero e l’ovarioisterectomia  è l’asportazione delle ovaie e dell’utero. Togliere solo l’utero consente di eliminare i rischi della gestazione evitando l’obesità perché l’attività ormonale continua. Occorre però fare attenzione: i maschi vengono ugualmente attratti dalla femmina durante i periodi di calore. 


>>Continua a leggere "La contraccezione del cane"

9692 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!