I veri amici dell'uomo ...

Dal biberon alla ciotola extralarge...

Scritto da G. • Martedì, 20 aprile 2010 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane
In caso di adozione precoce, dovuta alla morte della madre o dalla sua impossibilità di allattare, si farà ricorso al biberon. I tratta di un sistema da usare solo in casi eccezionali e da non prolungare oltre misura. I biberon per neonati andranno benissimo per i cuccioli di grossa taglia, mentre per gli altri bisognerà rivolgersi al farmacista o a un negozio specializzato.

Dopo lo svezzamento, si sceglie una ciotola adatta alla taglia dell’animale adulto. Che sia di legno, plastica o metallo, dev’essere soprattutto stabile. Le ciotole tipo insalatiera presentano una ridotta superficie di appoggio, per cui spesso oscillano rovesciando per terra il cibo. Analogamente, i modelli tipo piatto, con il bordo abbassato, non vanno bene per l’alimentazione del cane.

Infine, le persone che vivono in zone molto fredde (dove la temperatura scende spesso sotto lo zero) e che lasciano i cani all’aperto, non devono commettere l’errore di usare ciotole di metallo, perché per effetto del freddo la lingua del cane vi resterebbe incollata.

In caso di assenza all’orario abituale dei pasti, il padrone può usare un distributore automatico: basta programmare l’ora e la quantità di cibo e l’apparecchio eseguirà fedelmente le istruzioni. 


>>Continua a leggere "Dal biberon alla ciotola extralarge..."

4551 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La corretta alimentazione di un cane da guardia

Scritto da G. • Giovedì, 7 gennaio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

Il cane da guardia va nutrito secondo i migliori criteri, considerando anche che vive all’aperto e soprattutto d’inverno ha bisogno di pasti caldi e nutrienti.

La base della razione deve essere costituita dalla carne con aggiunta di riso bollito o soffiato, verdure o fiocchi di cereali ammollati nell’acqua. Anche i cibi pronti possono andare bene.

Generalmente ad un cane adulto basta un pasto al giorno, ma è meglio suddividere la razione giornaliera in due pasti per non sovraccaricare lo stomaco. Acqua fresca e pulita deve essere sempre a disposizione.

La quantità di cibo da somministrare varia a seconda del peso, dell’età e dall’attività fisica che svolge. Per sapere allora questo dato è consigliabile rivolgersi al veterinario.

Un particolare riguardo va riservato ai cuccioli dei cani di grossa taglia, che durante la crescita sono particolarmente soggetti a rachitismo, cioè uno sviluppo ridotto o irregolare dello scheletro, particolarmente evidente a carico degli arti che rimangono corti e si incurvano vistosamente. 


>>Continua a leggere "La corretta alimentazione di un cane da guardia"

4885 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

I cibi pronti e il fabbisogno giornaliero del cane

Scritto da G. • Giovedì, 10 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane


I cibi pronti in commercio per cani sono composti nella maggioranza dei casi da alimenti diversi ben miscelati fra loro e presentano l'indiscusso vantaggio della praticità d'uso.

Si distinguono in cibi umidi e cibi secchi.

Cibi umidi
Sono rappresentati dalle preparazioni inscatolate (sottoforma di bocconi o di tritato) e dai "salsicciotti" con impasto morbido.

Cibi secchi
Sono rappresentati dalle crocchette, croccantini, fioccati, ecc e si somministrano tal quali o ammorbiditi con acqua.

Molte preparazioni in commercio sono già complete e vanno somministrate all'animale come piatto unico; altre, come il riso o i cereali fioccati, vanno aggiunte alla carne come completamento della razione.
E' sconsigliabile invece aggiungere alla carne i cibi in scatola o le crocchette, che già la contengono per non squilibrare la dieta.

I fabbisogni nutritivi dell'animale vengono soddisfatti solo se vi è un corretto equilibrio tra i vari componenti della razione, che assicurino un giusto apporto di proteine, grassi, zuccheri, fibra grezza minerali, nonchè di vitamine ed altri particolari sostanze.

Tali fabbisogni variano a seconda dell'età del soggetto, delle sue condizioni di salute, del suo temperamento e del tipo di vita che conduce (sedentaria o attiva), nonchè del suo stato fisiologico (crescita, gravidanza, allattamento, ecc).



>>Continua a leggere "I cibi pronti e il fabbisogno giornaliero del cane"

3460 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!