I veri amici dell'uomo ...

Un'industria di punta

Scritto da G. • Mercoledì, 25 maggio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

Oggi una buona parte dei rifiuti agricoli è riciclata in due modi: come fertilizzante e per produrre mangimi. Interesse per la valorizzazione dei sottoprodotti si giustifica con il fatto che dal riutilizzo di materiali indesiderati, sia perché sovrabbondanti e sia perché non corrispondenti a domande del mercato, si possono ottenere nuovi prodotti redditizi utili. Grazie alla trasformazione della materia di scarto del consumo umano, per esempio sottoprodotti del macellaio, in prodotti fortemente valorizzati, il filone del pet-food è diventato il fiore all'occhiello del settore agroalimentare.

Se, un domani, gli scarti non dovessero essere più riciclati, le ricadute sull'economia sull'ambiente sarebbero enormi. In effetti, tali sottoprodotti dovrebbero esser completamente distrutti e tutto il sangue dei mattatori eliminato. Ne conseguirebbe un aumento considerevole dei fanghi di depurazione e dei residui di incenerimento, oltreché formidabili ripercussioni sul prezzo della carne destinata all’alimentazione umana. Già da ora il costo può essere ipotizzato in cifre enormi da destinare all'incenerimento di rifiuti, in un aumento di costi di riformulazione e di produzione per il settore PET-Food.

Gli alimenti pronti permettono di fatto di nutrire in modo equilibrato una popolazione canina in continua crescita, a un costo accettabile e con una grande varietà di prodotti, anche se caratterizzate da una produzione in massa.


>>Continua a leggere "Un'industria di punta"

1855 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il mercato d'oro dell'alimentazione industriale

Scritto da G. • Lunedì, 23 maggio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

In Italia, la popolazione canina ammonta diversi milioni di individui. A fronte di cifre di calore l'ordine di grandezza, con una produzione un mercato di centinaia di migliaia di tonnellate prodotte, importate e esportate e commercializzata annualmente, sarebbe consultarlo sottolineare l'importanza economica del settore del pet-food e le implicazioni con suo sviluppo suo regresso possono avere sull'economia del comparto agroalimentare.

Come nel resto d'Europa, gran parte il cibo per animali domestici pieni di tutto che si grandi distributori, anche se resta considerevole volume d'affari gestito dei negozi specializzati.


>>Continua a leggere "Il mercato d'oro dell'alimentazione industriale"

1807 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

L'evoluzione dei prodotti industriali

Scritto da G. • Venerdì, 20 maggio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

I primi prodotti secchi sono stati creati in Gran Bretagna e 1885 e che da allora ha conosciuto una continua espansione, fino all'abbondanza della produzione totale. Le prime scatolette apparvero oltre Atlantico l'inizio degli anni 30 e fu necessario prendere quindici anni prima che tali prodotti fossero venduti in Inghilterra e poi nel 1955 in Francia.

Attualmente presente sul mercato una vasta gamma di prodotti, distinti secondo i seguenti criteri-tipologia di alimento completo, integratore, leccornie-caratteristiche secco, semi umido, umido-destinazione a seconda dell'età batte per i cuccioli, pappa per l'assestamento, limiti per la crescita, per il cane adulto, per il cane anziano, a seconda della taglia piccola, media o grande, a seconda del grado di attività e per i cani sedentari, per cani nordici;


>>Continua a leggere "L'evoluzione dei prodotti industriali"

1696 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Un pò di storia dell'alimentazione industriale

Scritto da G. • Mercoledì, 18 maggio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

Fino alla rivoluzione industriale, i prodotti di scarto dell'agricoltura o del consumo erano sfruttati al massimo delle loro possibilità. Per rispetto che per interesse individuale e collettivo, nulla o quasi andava perduto. La valorizzazione degli scarti e esisteva molto prima che si definisce il concetto. Verso la metà del XIX secolo, le fabbriche crebbero ai margini delle città e sottrasse romano d'opera alle città tricolore, che vennero spinti sempre di più verso l'esterno: si trattò in pratica di una delle prime delocalizzazioni.

Oggi il progresso sconvolge le nostre abitudini e i nostri atteggiamenti, ma anche i metri di produzione e di consumo che risulterà a cresciuti e diversificati. In 150 anni Europa è arrivata produrrei quantità estrema, per non dire eccessiva e in maniera disordinata; inoltre è prassi corrente in un paese industrializzato buttare via tutto ciò di cui non sia più bisogno. Da decenni ormai è noto l'impatto di questi scarti di origine animale industriale sull'ambiente.

Il pericolo e i danni non fanno che cresce col passare del tempo.


>>Continua a leggere "Un pò di storia dell'alimentazione industriale"

2187 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!