I veri amici dell'uomo ...

La torsione dello stomaco nel cane

Scritto da G. • Domenica, 25 agosto 2013 • Commenti 0 • Categoria: Emergenze Cane
La torsione dello stomaco o torsione gastrica è una patologia gravissima dei cani, che può anche portarli alla morte.

Generalmente vengono colpiti i cani di grossa taglia, ma dipende comunque dalla profondità del torace.
Le cause di tale patologia sono ancora non del tutto note, sembra che colpisca i cani che mangiano una sola volta al giorno, quindi quelli che si abbuffano, che mangiano velocemente, ingerendo grosse quantità di cibo, es. pasta, pane e che bevono molto durante e dopo il pasto.

I principali sintomi sono: nervosismo del cane e progressivo gonfiore del ventre. Esso tende a vomitare ed a coricarsi in modo da appoggiare il ventre per diminuire il dolore. Perderà anche saliva dalla bocca.

Gonfiandosi in modo così sproporzionato lo stomaco, i polmoni e il cuore vengono sottoposti ad uno shock, portando così problemi respiratori e cardiaci.


>>Continua a leggere "La torsione dello stomaco nel cane"

10430 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

A ciascuno la sua dieta

Scritto da G. • Sabato, 14 luglio 2012 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

Come scegliere la giusta alimentazione per il nostro cane? L’importante è tenere in considerazione il fatto che non tutti i cani sono uguali, come conferma il dottor Flavio Mochi, consulente veterinario di Royal Canin. “Per scegliere la giusta alimentazione dobbiamo considerare diversi elementi: età, taglia, razza, condizioni di vita, il periodo riproduttivo (gravidanza o allattamento), la sterilizzazione o meno”. E naturalmente i diversi stili di vita: “Un cane che vive in appartamento avrà bisogno di un regime calorico rispetto a uno che vive sempre all’aria aperta e svolge molta attività fisica.

La sterilizzazione poi induce nel cane una relativa riduzione del metabolismo, pertanto bisognerebbe offrire un’alimentazione dedicata per ridurre il rischio del sovrappeso”, conferma il dottor Mochi. Anche l’età ha la sua importanza. “Il cucciolo ha dei fabbisogni proteici, vitaminici e minerali nettamente superiori a quelli di un cane adulto, per poter assicurare il processo di accrescimento. Di contro, nella fase adulta sono piuttosto le condizioni di vita a suggerire il contenuto calorico della razione. Per finire, nella fase della maturità i fabbisogni vitaminici e di antiossidanti ridiventano importanti per contenere gli effetti del tempo.

Ma non basta: “Anche le caratteristiche morfologiche sono importanti, conclude il dottor Mochi, cani con un cranio molto corto, come i bulldog e i boxer, per esempio, hanno bisogno di crocchette di una particolare forma per facilitarli nella prensione del cibo.


>>Continua a leggere "A ciascuno la sua dieta"

2211 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Cibi secchi e cibi umidi

Scritto da G. • Giovedì, 17 febbraio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

La composizione di base dei cibi secchi e di quelli umidi non varia molto da prodotto a prodotto, con percentuali molto simili all'interno della stessa categoria di cibi.

Generalmente i cibi secchi completi sono altamente concentrati, con alte quote di proteine: sono pertanto assai nutrienti e andrebbero somministrati con una certa parsimonia, sopratutto agli animali adulti in riposo, che non hanno grandi fabbisogni nutritivi ed energetici.
Vanno serviti ammorbiditi con acqua o con la bevanda a parte sempre a disposizione.


Se li servite secchi ricordate che nello stomaco in seguito si gonfiano aumentando sensibilmente di volume; di conseguenza portano a fenomeni di dilatazione gastrica particolarmente pericolosi per i cani, che vanno soggetti alla torsione dello stomaco, quindi abbiate cura di non eccedere nella quantità della singola razione.

I cibi umidi confezionati in vaschette o scatolette fanno da pasto completo, mentre il riso, i cereali fioccati e le verdure liofilizzate servono per lo più nella formulazione della razione del cane come aggiunta ad una base di carne o pesce.


>>Continua a leggere "Cibi secchi e cibi umidi"

2648 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Viaggiare con il gatto - 3° parte

Scritto da G. • Mercoledì, 21 luglio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Cure del gatto
È sempre opportuno, quando si parte, portare con sé il libretto sanitario dell'animale, una vera e propria clinica cartella clinica sulla quale oltre alle vaccinazioni annuali, sono riportati i vari trattamenti subiti, interventi, esami di laboratorio, farmaci ed eventuali allergie. Può essere utile, in caso di necessità, conoscere la storia clinica del gatto e fornire informazioni più dettagliate circa la sua salute. Diverso è il caso dei viaggi all'estero.

Per viaggiare in Europa, nei paesi comunitari, è necessario possedere il passaporto internazionale che certifichi l'avvenuta vaccinazione antirabbica e l'identificazione del gatto mediante microchip. I paesi non comunitari e quelli in cui era prevista la quarantena permettono l'ingresso solo ai gatti identificabili mediante microchip, vaccinati nei confronti della rabbia e successivamente testati per verificarne la risposta anticorporale. Prima della partenza, in ogni caso, è opportuno informarsi presso i consolati, le agenzie di viaggio un veterinario circa il corretto iter da seguire.

Oltre ai documenti non bisogna dimenticare alcune attrezzature banali ma di fondamentale importanza. La cassettina igienica e la sabbia sono utili sia per il viaggio sia per il primo giorno di villeggiatura, così come le ciotole e l'acqua da somministrare durante il tragitto. Se non è necessario dare da mangiare al gatto durante il viaggio, è indispensabile, invece, mettergli a disposizione dell'acqua, soprattutto se fa molto caldo.

I gatti non amano i bruschi cambiamenti di cibo, per queste in vacanza è meglio non alterare la loro dieta. Non si può certo pretendere che un gatto avvezzo ad una alimentazione casalinga possa essere improvvisamente alimentato con cibo preconfezionato o secco (in vacanza più veloce e pratico) senza presentare problemi di tipo digestivo.


>>Continua a leggere "Viaggiare con il gatto - 3° parte"

4781 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

L'alimentazione di una cagna che allatta

Scritto da G. • Venerdì, 30 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

Uno dei fattori più importanti da tenere in considerazione quando si ha una cagna che allatta è sicuramente l’alimentazione. La produzione di latte richiede un apporto energetico importante e soprattutto molto calcio.

La lattazione è al massimo dalla terza alla quinta settimana successive al parto e poi diminuisce fino ad arrestasi al momento dello svezzamento, cioè verso la settima settimana.

Nel momento in cui viene raggiunto il picco della produzione di latte le necessità energetiche della femmina sono quattro volte superiori al normale, mentre la richiesta di proteine è sei volte superiore.

Bisogna tenere in considerazione che nei primi tempi i cuccioli poppano sette/otto volte al giorno.

Dalla terza alla quinta settimana dovrete quindi apportare:
- una quantità di fosforo, calcio e sostanze minerali tre volte superiori alla norma
– una quantità di lipidi tre volte superiori alla norma
– un quantitativo di proteine sei volte superiore alla norma. 


>>Continua a leggere "L'alimentazione di una cagna che allatta"

16129 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!