I veri amici dell'uomo ...

Lo schnauzer

Scritto da G. • Martedì, 27 novembre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane
Lo schnauzer è un cane, che come si può facilmente intuire dal nome, di origine tedesca.

La sua presenza è riconosciuta fin dal XVI secolo accanto agli allevamenti di bovini ed ovini nella regione del Württemberg.
Anche i dipinti di Rembrandt illustrano cani di razza Schnauzer.
Molto utile per l'eliminazione dei ratti dalle stalle e dai granai, tanto da permettergli il soprannome di cacciatore di topi, si è poi trasformato in animale da compagnia.
E' un cane molto socievole anche con gli altri animali, per cui era tenuto nelle stalle con i cavalli.
Per il suo straordinario rapporto con i cavalli veniva usato inoltre per scortare le carrozze nei boschi e vigilare in caso di incursione e aggressione.

Il suo nome significa "muso baffuto" e Schnauzer era il nome di un cane presente ad una mostra nel 1879.
Nel 1895, lo schnauzer medio veniva ancora chiamato come un pinscher a pelo ruvido.
Per motivi estetici in passato al cane venivano tagliate le orecchie e la coda.


>>Continua a leggere "Lo schnauzer"

3521 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il gatto abissino

Scritto da G. • Martedì, 27 novembre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Cure del gatto
Il gatto abissino, prende il nome dalla sua regione di origine, l'Abissinia, il nome con cui era chiamata l'Etiopia.

Si pensa che sia una delle razze più antiche e la stirpe dei gatti abissini occidentali pare derivare dalla gatta Zula, introdotta in Inghilterra dall'Etiopia tramite un comando militare inglese, nel 1868.
Alla fine del XIX secolo i resti mummificati degli antichi gatti Egizi e le riproduzioni negli affreschi tombali furono messi a confronto con i gatti Abissini e si rilevò la perfetta somiglianza.
Pertanto oggi è credenza diffusa che la razza abissina sia discendente dei gatti egizi.
Gli Egizi adoravano tra l'altro la dea Bastet, raffigurata anche come un gatto.
Oggi la razza abissina è molto diffusa negli Stati Uniti, meno in Europa.

Essendo una razza di origine etiope, il gatto abissino ha buona resistenza alle alte temperature.

Il corpo di taglia media varia tra i 4 e i 7,5 chili, è slanciato, snello e aggrazziato con arti sottili ma muscolosi che terminano in piedi piccoli e ovali. Gli occhi sono  ovali e obliqui posti su un capo a cuneo, la coda è lunga e affusolata.[


>>Continua a leggere "Il gatto abissino"

2986 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il criceto

Scritto da G. • Martedì, 27 novembre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Altri Piccoli Animali
Un altro simpatico animale molto allevato fra le mura domestiche è il criceto.

Le specie più conosciute sono il criceto dorato, i criceti nani russi e i criceti Winter-White.

In natura il criceto vive in una zona che si estende dall'Europa centrale attraverso la Siberia, la Mongolia, la Cina settentrionale, fino alla Corea.
Verso sud il suo habitat arriva fino alla Siria (criceto dorato) e al Pakistan.

I criceti abitano in terre aride, ai limiti del deserto, tra dune sabbiose scarsamente ricoperte di vegetazione, tra gli arbusti ai piedi di colline rocciose, su altopiani, valli fluviali e steppe in quota; a volte vivono nei campi coltivati.

I criceti sono animali notturni, ma tra le mura domestiche sono particolarmente attivi all'alba e al tramonto.
Si cibano di semi, frutta e verdure varie.
Essendo animali territoriali e solitari se ne consiglia l'allevamento individuale.


>>Continua a leggere "Il criceto"

3145 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

L'olfatto del cane

Scritto da G. • Martedì, 27 novembre 2012
La principale caratteristica distintiva del cane è il senso dell'olfatto, dovuto alla sua innata attività di cacciatore.

Cani da caccia, cani da tartufo, cani da soccorso, cani antidroga... i cani da sempre sono utilizzati per questa loro innata abilità.

Parte fondamentale del suo processo di riconoscimento degli odori è la conformazione del naso (detto tartufo) ma soprattutto la  mucosa interna, in grado di distinguere una sola molecola di una sostanza su milioni di altre.

Il tartufo rappresenta l'estremità terminale del naso del cane.
L'impronta delle circonvoluzioni che lo contraddistinguono è specifica del singolo e, come le impronte digitali dell'uomo, può essere usata come sistema di riconoscimento.

La mucosa che riveste internamente il naso del cane svolge gli stessi compiti di qualsivoglia altro mammifero: alla sua estremità ci sono le froge o cavità per aspirare l'aria e vibrisse laterali, grossi peli con funzioni sensoriali molto importanti.


>>Continua a leggere "L'olfatto del cane"

1793 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il gatto soriano

Scritto da G. • Domenica, 25 novembre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Razze feline
Il gatto soriano deve il suo nome alla Sorìa (Siria), regione in cui tale gatto era diffuso allo stato selvatico.

E' la razza del comune gatto domestico.
Questo gatto viene anche chiamato Tabby, che deriva dalla modifica del latino medioevale attabi, che stava ad indicare l'Attabiyah, attuale Iraq, dove veniva prodotta una seta striata che ricordava il pelo di questi gatti.

Questi gatti molto intelligenti e affettuosi hanno un peso variabile nell'adulto fra 3-4 kg (femmine) e 5-7 kg i maschi.
Il soriano è un gatto giocherellone, coccolone e indipendente, con un forte istinto alla caccia. Ama muoversi liberamente e vivere all'aria aperta.

Quando è in calore può allontanarsi da casa per chilometri e chilometri alla ricerca del partner. In questo periodo i maschi eseguono combattimenti violenti e le femmine emettono i classici versi acuti simili ad urla di bambini.
Le gatte partoriscono al massimo due volte all'anno e il numero dei cuccioli varia da 1 a 6. In circa due mesi lo svezzamento è completo.

Il soriano è caratterizzato da un manto tigrato, pelo corto, di colorazione varia,  in genere di colore grigio con striature nere.


>>Continua a leggere "Il gatto soriano"

3197 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il Pinscher

Scritto da G. • Domenica, 25 novembre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Razze canine
Pinscher è il nome di una razza canina di origine tedesca.

Questa razza è conosciuta in Germania fin dal XVI secolo. Originariamente il pinscher era usato come cane da caccia e per l'eliminazione di animali nocivi come topi e talpe.
I due cani di Elisabetta Canalis, Piero e Mia, sono pinscher.

La sua taglia può essere media o piccola.
La coda è con attaccatura alta anche se di norma, per fattore estetico, viene amputata all'altezza della terza vertebra.
I colori sono rosso cervo e nero focato, nello standard internazionale.
Il pelo è corto, lucido, fitto e liscio, di uguale lunghezza in tutto il corpo. Soffre moltissimo il freddo e pertanto in inverno necessita di particolari attenzioni.
Il tronco è stretto e la sua lunghezza è circa pari a quella dell’altezza al garrese. Possiede un dorso leggermente scosceso.
La testa è di forma allungata. Il muso è appuntito. La lunghezza totale della testa è in rapporto di 1:2 circa con la lunghezza del corpo.

Ha un carattere molto fiero, energico e vitale. Può essere utilizzato come cane da guardia, in quanto è molto attento, l'intelligenza è la sua caratteristica principale, è molto sveglio e molto fedele al suo padrone.
Ama molto anche il gioco e si affeziona ai bambini. Non è adatto agli anziani a causa della sua grande energia e vitalità.


>>Continua a leggere "Il Pinscher"

2558 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La biologia del cane

Scritto da G. • Domenica, 25 novembre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane
Il cane è estremamente variabile nelle sue caratteristiche biologiche sia per la selezione naturale (operata nei diversi ambienti di origine) sia per la selezione fatta dall'uomo.

Secondo alcuni sarebbe necessario suddividere le razze canine in differenti sottospecie proprio a causa della grande variabilità morfologica e strutturale.

Il peso di un cane può variare da 700 g ai 111 kg.
Il ciclo estrale del cane si ripete due volte l'anno (il lupo, suo progenitore, ha un solo periodo estrale).
Il periodo di gestazione è di circa due mesi.
Nascono da 1 a 10 cuccioli, a seconda della razza.

Notevoli sono i cambiamenti apportati nel corso dei secoli dalla selezione operata dall'uomo, sia come caratteristiche fisiche (colore, peso, qualità sensoriali), sia come caratteristiche comportamentali. C'è differenza ovviamente tra un cagnolino da compagnia ed un cane da difesa personale. La selezione ha sempre spinto su determinate caratteristiche fisiche e di prestazione.


>>Continua a leggere "La biologia del cane"

4473 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Aggressione canina

Scritto da G. • Domenica, 25 novembre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane
In questi giorni le cronache riportano casi di aggressione di cani con esiti molto gravi.

Tutto ciò non fa che confermare l'incidenza domestica delle aggressioni da parte di cani non gestiti correttamente in casa, ai giardini o in luoghi aperti, dove il proprietario è il primo a sottovalutare la situazione e le necessarie precauzioni di base.

Il cane, normalmente pacifico e innocuo, può in particolari situazioni dimostrarsi ciò che non è mai stato. Occorre semplicemente adottare le minime precauzioni di base ed evitare qualsiasi problema.

Raimondo Colangeli (ANMVI) afferma in proposito: "Se la criminalizzazione dei cani non appartiene alla letteratura scientifica  è anche vero che il cane va gestito correttamente tenendo conto delle sue esigenze di salute e di benessere. Una gestione scorretta può diventare la prima causa di aggressività. Si è nel tempo interrotto quel processo virtuoso di educazione al rapporto con il cane che con fatica i medici veterinari comportamentalisti e il Ministero della Salute avevano avviato due anni fa".


>>Continua a leggere "Aggressione canina"

1630 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!