I veri amici dell'uomo ...

Il Diamante di Gould

Scritto da G. • Domenica, 28 ottobre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Altri Piccoli Animali
Il Diamante di Gould è un uccello esotico dai colori arcobaleno che può essere allevato in appartamento.

Si tratta di un bellissimo uccellino che con la sua bellezza allieta e riempie la casa.
Il suo nome deriva dal suo scopritore, il naturalista John Gould che lo scovò in Australia fra il 1838 e il 1840.

Questo uccello coloratissimo è caratterizzato da testa rossa, gialla o nera, dorso verde, petto viola o bianco e ventre giallo.
La maschera è cinta da una striscia nera, sottile lungo la nuca, più estesa sul collo e sul mento, a sua volta circondata da una fascia iridescente color azzurro nel maschio, verde chiarissimo nella femmina.

Il maschio ha colori più intensi e decisi, mentre la femmina presenta tinte più tenui e delicate. Misura 14-15 cm compresa la coda.

La riproduzione avviene nei mesi freddi, tra settembre e febbraio, ma in cattività i Diamanti di Gould raramente allevano la prole. In allevamento si ricorre spesso a delle balie come i Passeri del Giappone che covano le uova e svezzano i piccoli. In caso contrario succede spesso che i genitori uccidano i piccoli.
In gabbia il nido è costituito da una cassetta, spesso a doppia camera, con un ambiente di ingresso e uno, oscuro, dedicato alla cova e allo svezzamento. La coppia provvede ad allestire l'interno con i materiali più svariati, come fibre di cocco, pezzi di corda o spago, piume.


>>Continua a leggere "Il Diamante di Gould"

5707 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il pastore belga Groenendael

Scritto da G. • Domenica, 28 ottobre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Razze canine

Il Groenendael è la razza più diffusa tra le cane da pastore belga.

Possiede un'attraente linea estetica, un lucido mantello lungo, foto e nero, intelligenza e qualità fisiche del tutto singolari. Coraggioso, affettuoso e vigile, è ottimo per la difesa e la guardia.

Il primo allevatore a selezionare questa razza, fu il signor Nicolas Rose, che aveva una femmina di nome Petite completamente nera con macchie bianche su petto e punta dei piedi, che fece ricoprire da un maschio con lo stesso mantello, di nome Picard d'Uccle, dalla prima cucciolata fu selezionato un cucciolo maschio a pelo lungo nero, che prese il nome di Duc de Groenendael, questo stallone, è il progenitore di tutti i pastori belga della varietà Groenendael.

Il colore è solo nero. Il pelo è corto sulla testa, sulla faccia esterna alle orecchie, sulla parte bassa degli arti, salvo che sul bordo posteriore dell’avambraccio che è guarnito di peli lunghi che si estendono al gomito alle articolazioni del metacarpo, detti frangia. Pelo lungo e liscio sul restante corpo.
La coda ha un pelo lungo ed abbondante, formante pennacchio.


>>Continua a leggere "Il pastore belga Groenendael"

4991 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La triste storia del cane Lennox

Scritto da G. • Domenica, 28 ottobre 2012
Quest'estate il mondo degli animali è stato sconvolto dal caso Lennox.

Lennox era un cane meticcio di Belfast (Irlanda del Nord) condannato alla sopressione perchè somigliava ad un pitbull, razza considerata pericolosa. Quindi non per aver aggredito o azzannato qualcuno, ma solo per il suo aspetto fisico.
Il suo caso ha tenuto incollate migliaia di persone in tutto il mondo che hanno persino chiesto la grazia anche alla Regina Elisabetta.

Ma l'intervento della regina e del premier nordirlandese non è stato sufficiente... perchè?
Perchè nonostante la mobilitazione generale, le petizioni, le dichiarazioni delle associazioni, dei veterinari e le grandi personalità coinvolte non si è riusciti a fermare questa ingiustizia?
Perchè la municipalità di Belfast ha deciso per la soppressione del cane, colpevole di assomigliare ad una tipologia di cani pericolosi, incurante delle richieste e dei pianti della sua piccola proprietaria, una bambina disabile?

Eppure Lennox in base al test del Dna non apparteneva alla razza Pitbull, essendo un incrocio fra un American Bulldog, uno Staffordshire Bull Terrier e un Labrador.


>>Continua a leggere "La triste storia del cane Lennox"

1531 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il cane più grande del mondo

Scritto da G. • Domenica, 28 ottobre 2012
Il cane più grande del mondo è un alano.

Si chiama Zeus, vive in Michigan, ha tre anni ed è alto 112 cm al garrese, è lungo due metri e mezzo e pesa 70 kg.
Un bel costo per la sua proprietaria Denise Doorlag che ha dovuto comprare persino un furgoncino per trasportare il suo amico a quattro zampe.

Ha detto Denise: "Noi siamo solo una normale famiglia del Michigan, così poter dire di essere i proprietari del cane più grande del mondo è molto eccitante... ed i bambini sono così eccitati"

Il cagnolino si mangia 14 kg di cibo al giorno ed ha le dimensioni di un asinello o di un piccolo cavallo.

Il cane è entrato nel Guinness World's Record 2013
Per maggiori informazioni ecco il sito ufficiale di Giant George


>>Continua a leggere "Il cane più grande del mondo"

2477 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il bikejoring

Scritto da G. • Domenica, 28 ottobre 2012
Il Bikejoring è un'attività sportiva in cui i cani trainano una bicicletta, un po' come fanno i cani da slitta.

Un cane o un gruppo di cani sono collegati con un cavo da traino ad una bicicletta e tirano e corrono davanti al ciclista.
Il bikejoring può essere un'attività sportiva a sè oppure un metodo di allenamento per i cani da slitta quando non c'è neve. Anche se la razza canina non è vincolante, gli animali più utilizzati sono Pit Bulls americani, Siberian Husky, Samoiedo e Alaskan Malamute.

Queste attività possono essere di grande beneficio per la salute fisica del cane che si trova ad esercitare tutta la sua muscolatura. I cani possono fare esercizio senza farli correre liberi privi di guinzaglio e senza spaventare la fauna selvatica o il bestiame.

Le competizioni di bikejoring ricalcano le corse delle slitte. I corridori partono scaglionati per evitare incidenti e sovraffollamenti di percorso. I cani sono equipaggiati con imbragature adatte alla trazione e differenziate se il traino è singolo, di coppia o di muta.
Le biciclette sono munite di un tubo che sospende la fune di traino sopra la ruota anteriore.


>>Continua a leggere "Il bikejoring"

2302 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

L'otite del gatto

Scritto da G. • Venerdì, 12 ottobre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Emergenze Cane
I gatti che vivono all'aperto e vengono sovente in contatto con i loro simili, possono essere colpiti dall'otite parassitaria.

Questa patologia è causata da acari (ragnetti) di dimensioni pari a circa mezzo millimetro conosciuti come Otodectes cynotis, che colonizzano l'interno delle orecchie.
L'attività dei ragnetti determina una fastidiosa infiammazione, molto pruriginosa e caratterizzata dalla produzione di abbondante cerume di colore nero.

Il gatto scuote spesso la testa e tende a grattarsi molto spesso le orecchie con le zampe posteriori, fino a prodursi profondi graffi con le unghie dietro ai padiglioni auricolari. Questi graffi possono diventare piaghe e guariscono con difficoltà proprio a causa del continuo ripetersi degli stessi.

L'otite parassitaria colpisce moltissimo i giovani gattini e si trasmette rapidamente per contatto. I ragnetti si spostano da un animale all'altro e come pionieri colonizzano nuovi "territori".


>>Continua a leggere "L'otite del gatto"

3285 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

L'influenza dei gatti

Scritto da G. • Venerdì, 12 ottobre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Emergenze Cane
Con il sensibile abbassamento delle temperature autunnali si possono scatenare nei gatti delle epidemie simili all'influenza con tosse, starnuti, scolo oculare e nasale.

Questa sintomatologia è conosciuta come influenza felina ed è provocata generalmente da Herpesvirus e Calicivirus.
Tali virosi attaccano gli occhi e l'apparato respiratorio del gatto in modo più o meno violento a seconda della salute generale del gatto e di eventuali complicazioni batteriche in atto che possono aggravare la malattia.

In dipendenza di tali complicazioni possono subentrare polmoniti e infezioni profonde dell'occhio. In alcuni casi tali infezioni conducono alla morte del soggetto.

I gatti molto giovani e quelli molto vecchi sono i  soggetti che corrono più il rischio di contrarre questa malattia in forma grave ed anche mortale, insieme a quelli che già soffrono di carenze immunitarie.


>>Continua a leggere "L'influenza dei gatti"

4284 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il gatto in autunno

Scritto da G. • Venerdì, 12 ottobre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Cure del gatto
Arrivano i primi freddi ed i gatti cominciano ad infittire il loro pelo.

Per i gatti a pelo lungo bisogna riprendere le spazzolature quotidiane per mantenere il mantello libero dai nodi.

Le operazioni di toelettatura vanno prestate con attenzione soprattutto in corrispondenza di ascelle, petto e sul retro delle cosce. Zone più difficili ed in cui il pelo tende maggiormente ad aggrovigliarsi.

Per facilitare queste operazioni è bene che i gatti vengano abituati al trattamento fin da piccoli, affinchè si lascino pettinare tranquillamente anche da adulti.

Con l'avvicinarsi del freddo aumentano le necessità caloriche e tutti i gatti che si presentino sciupati vanno alimentati con un cibo ricco e abbondante.


>>Continua a leggere "Il gatto in autunno"

4210 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!