I veri amici dell'uomo ...

La fisiologia del cucciolo di cane - 2° parte

Scritto da G. • Lunedì, 28 maggio 2012 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

La crescita

E’ molto rapida, poiché il latte della madre è molto ricco di grassi. Nell’arco di 9 giorni il cane raddoppia il proprio peso. A 30 giorni presenta un peso quattro volte superiore rispetto a quello della nascita.

Il sonno

Durante le prime 2 settimane i periodi in cui il cucciolo è sveglio sono molto brevi - rappresentano il 5% del tempo complessivo – e sono dedicati soprattutto alla poppata. Il cucciolo dorme molto e durante il sonno si muove moltissimo, non si sa se sogna ma talvolta ha dei sussulti o emette piccoli rumori. I periodi di attività aumentano gradatamente, fino a raggiungere il 35% del tempo nella terza settimana e il 65% verso la quinta.


>>Continua a leggere "La fisiologia del cucciolo di cane - 2° parte"

2346 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La fisiologia del cucciolo di cane - 1° parte

Scritto da G. • Giovedì, 24 maggio 2012 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

Fino all’età di 10 settimane il cucciolo si sviluppa rapidamente attraverso tre fasi principali che è importante conoscere:

- il periodo neonatale, che dura dalla nascita fino all’età di 2 settimane: il comportamento e le reazioni del cucciolo durante questa fase sono soprattutto guidati dalla necessità di poppare e dal bisogno di conservare la temperatura corporea;

- il periodo di transizione, che dura dalla seconda alla terza settimana. Durante questa fase il cucciolo acquisisce autonomia, i suoi sensi si sviluppano e la coordinazione dei movimenti migliora;

- il periodo di socializzazione, tappa cruciale nella vita del cucciolo, dalla quale dipendono le sue future relazioni con l’uomo e le altre specie animali.

La regolazione della temperatura.

A partire dalla nascita fino all’età di 15 giorni, il cucciolo non è in grado di regolare da solo la propria temperatura e quindi, di sopportare le variazioni climatiche. E’ la madre che provvede a riscaldarlo. Nel caso di cuccioli orfani, il mantenimento della temperatura corporea è quindi fondamentale. Al momento della nascita, la temperatura del cucciolo è inferiore a 37° C.


>>Continua a leggere "La fisiologia del cucciolo di cane - 1° parte"

2874 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Le pappe speciali servono davvero?

Scritto da G. • Domenica, 20 maggio 2012 • Commenti 0 • Categoria: Cure del gatto

Gli alimenti dietetici e medicinali per i cani e gatti hanno un costo elevato perché sono frutto di ricerche e sperimentazioni approfondite che richiedono tempo e investimenti. Inoltre, essendo studiati per particolari patologie la loro commercializzazione è piuttosto limitata.

Servono? Facciamo un esempio: per far dimagrire un animale obeso, devo nutrirlo facendolo sentire sazio pur fornendogli poche sostanze, che possibilmente non vengano assorbite. Ora, non riuscirei mai a fargli accettare un’insalata! Al contrario, grazie ad una ricetta industriale sarò in grado di ingannare il suo palato con un impasto a base di fibre che però ha il sapore di carne. Quando c’è un’insufficienza renale si richiede una somministrazione limitata di proteine e Sali minerali.

Bisognerebbe dargli delle carni bianche ma fare attenzione ai contenuti di fosforo, ecc., tutti problemi non facili da risolvere con l’alimentazione casalinga. Queste pappe non sono una panacea per le patologie, cioè non le curano, ma rappresentano davvero un ottimo supporto alle relative terapie (a parte il caso delle allergie alimentari, per le quali la dieta è contemporanea con la cura).


>>Continua a leggere "Le pappe speciali servono davvero?"

1926 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Ectopatia e legislazione

Scritto da G. • Mercoledì, 16 maggio 2012 • Commenti 0 • Categoria: Emergenze Cane

Così come il cimurro, l’epatite contagiosa, la parvovirosi, l’atrofia della retina (malattia oculare che può portare in pochi anni alla cecità), la displasia coxo-femorale (anomalia della conformazione dell’articolazione dell’anca) anche l’ectopatia testicolare, in età superiore ai 6 mesi, viene considerato dalla legge come un vizio redibitorio.

Un cane, i cui testicoli non siano ancora scesi, non può quindi essere messo in vendita. Se questo si verifica, la vendita potrà essere annullata, dopo una palpazione degli organi del cane da parte di un veterinario, che provvederà a certificarlo, seguendo la procedura seguente: - l’azione di garanzia per vizio di consenso, in caso di inganno da parte del venditore o di errore sulle qualità dell’animale acquistato, che sarebbero dovute essere concordate sul contratto di vendita (al’occorrenza, per l’animale destinato alla riproduzione) il tribunale potrà allora pronunciare la nullità della vendita. – l’azione in garanzia per vizio redibitorio:


>>Continua a leggere "Ectopatia e legislazione"

2210 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Le patologie nell'apparato maschile del cane

Scritto da G. • Sabato, 12 maggio 2012 • Commenti 0 • Categoria: Emergenze Cane

I tumori. La maggior parte dei tumori si sviluppa nei testicoli. Esteriormente il testicolo tende a gonfiarsi. In certi casi, il maschio perde i peli, urina accosciandosi come una femmina e si osserva uno sviluppo delle mammelle. La castrazione costituisce il miglior trattamento.

La frattura dell’osso penieno. Il cane si muove e urina con difficoltà. Questo incidente sopraggiunge in caso di una separazione brutale da parte di un padrone che non desidera che la femmina di accoppi. S’impone un periodo di riposo.

L’eczema dello scroto. Il cane, leccandosi incessantemente, si procura piaghe profonde. All’origine di questa affezione vi è talvolta, un’allergia all’erba, al cemento, a un tappeto. E’ importante disinfettare le piaghe e fare in modo che il cane smetta di leccarsi. Lo scroto è talvolta così rovinato che si rende necessaria la castrazione del cane.

Le orchiti. L’infiammazione dei testicoli è rara, ma molto dolorosa nel cane. I testicoli si presentano gonfi, caldi e arrossati.

La congestione del pene. E’ possibile che il pene del cane, congestionato e uscito dalla sua guaina, non riesca più a rientrarvi. E’ necessario applicare del ghiaccio e della vaselina, per cercare di fargli riprendere la posizione corretta.

I problemi della prostata. Fanno la loro comparsa nel cane vecchio e si presentano sottoforma di ascesso o di tumore. Il cane prova dolore nell’urinare e si muove con la schiena ricurva e le zampe posteriori rigide. Nel cane non si pratica l’asportazione della prostata. E’ possibile sottoporre l’animale a un trattamento ormonale e a una castrazione.



>>Continua a leggere "Le patologie nell'apparato maschile del cane"

29342 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Le patologie dell'apparato femminile del cane - 2° parte

Scritto da G. • Martedì, 8 maggio 2012 • Commenti 0 • Categoria: Emergenze Cane

I tumori della vulva. E’ molto difficile valutare la gravità di un tumore, senza asportarlo e analizzarlo. Si può affermare, tra l’altro, che i tumori benigni della vulva sono spesso formazioni di grasso derivanti da una porzione di mucosa, facile da operare. I tumori più gravi sono generalmente quelli ulcerosi. Sono spesso visibili dall’esterno, ma non generano alcun sintomo particolare. Il trattamento di questo tumore consiste nell’asportazione.

I tumori della vagina. Soltanto le femmine in età avanzata presentano questa patologia. Questi tumori sono raramente cancerosi e i sintomi si manifestano soprattutto con la compressione che il tumore può esercitare sulla vescica. Le minzioni diventano talvolta difficoltose. Il trattamento di questo tumore consiste nell’asportazione.

I tumori dell’utero. Nelle femmine, il cancro all’utero è molto raro. L’addome può aumentare di volume e possono comparire delle perdite ematiche che potrebbero, erroneamente, fare pensare ai calori. Il trattamento di questo tumore consiste nell’asportazione.

I tumori dell’ovaia. Molto frequenti nella femmina, ne modificano il comportamento sessuale: durata prolungata dei calori, ripetizione dei calori… Il trattamento di questo tumore consiste nell’asportazione.

L’eczema della vulva. Questa affezione è molto frequente nelle femmine giovani, soprattutto in occasione dei primi calori. Le lesioni diventano rapidamente purulente a causa dell’intesa leccatura da parte del cane.



>>Continua a leggere "Le patologie dell'apparato femminile del cane - 2° parte"

10958 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Le patologie dell'apparato femminile del cane - 1° parte

Scritto da G. • Venerdì, 4 maggio 2012 • Commenti 0 • Categoria: Emergenze Cane

Le mammelle

A questi organi dovrete riservare una cura e un controllo particolare, in special modo durante il periodo della montata lattea.

Le mastiti. E’ una patologia per fortuna non molto comune ma spesso molto grave, quando si tratta di mastiti cancerose. Questa affezione sopraggiunge solo durante l’allattamento. Il germe responsabile è generalmente uno stafilococco. La femmina è molto prostrata e ha la febbre. In caso di cancrena, la mammella diventa nera e fredda, fuoriesce un pus di colore viola e se la femmina non viene sottoposta ad alcun trattamento, la morte è certa.

I tumori. I tumori alla mammella sono fonte di angoscia per i proprietari di cani. Possono manifestarsi a qualsiasi età, ma più frequentemente si riscontrano nelle femmine anziane. Si presentano sotto forma di piccolo nodulo; con la sola palpazione non è possibile stabilirne la gravità. E’ necessario asportarli ed effettuarne un’analisi. Soltanto con questi esami sarà possibile stabilire se il tumore è di natura maligna o no. In caso di formazioni cancerose, dovrà essere effettuata una radiografia dei polmoni, per rilevare eventuali metastasi. Dopo l’asportazione del tumore l’animale potrà essere sottoposto a chemioterapia.

Gli organi genitali. Tutti gli organi genitali sono molto sensibili ai germi e spesso la femmina vive in condizioni igieniche precarie.

La vaginite. Si tratta di un’affezione abbastanza frequente, che provoca talvolta la sterilità. La femmina presenta delle perdite vulvari e si lecca incessantemente. Il veterinario potrà decidere se sottoporre l’animale a un trattamento con antibiotici. Queste affezioni colpiscono spesso le femmine molto giovani.



>>Continua a leggere "Le patologie dell'apparato femminile del cane - 1° parte"

8328 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!