I veri amici dell'uomo ...

Ognuno al suo posto

Scritto da G. • Venerdì, 17 giugno 2011 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

La mancanza di gerarchizzazione in un cucciolo sta all'origine di numerose manifestazioni comportamentali patologiche, in particolare i morsi. Tale comportamento deriva dall'assenza totale o parziale di autorità del padrone. Allora il cane si considera protettore del padrone o della famiglia. Ritiene anche di essere il capo del branco, una posizione che gli permette di imporre la sua legge.

Se i membri della famiglia non la rispettano, e il cane reagisce mordendo, distruggendo, abbaiando... un cane povero carattere dominante, ma non deve essere dominante nella famiglia. Abbiamo visto che rapporto padrone-cane s'instaura mediante una serie di ordini. I disturbi del comportamento del cucciolo possono derivare dalla difficoltà relazionale con la madre o dalla difficoltà della coppia cucciolo-padrone.

E' quindi importante comprendere il meccanismo che determina il disturbo, tenendo conto che anche il carattere del cucciolo al suo peso. Non si deve affrettare l'evoluzione di un cucciolo per ottenere dei comportamenti che può acquisire soltanto quando ha raggiunto una determinata età.


>>Continua a leggere "Ognuno al suo posto"

2000 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Ricompensa e punizione nell'addestramento del cane

Scritto da G. • Mercoledì, 15 giugno 2011 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

L'educazione positiva e fatte essenzialmente di ricompense, sfruttando il più possibile gli atteggiamenti e i comportamenti naturali del cane. La ricompensa aumenta di parecchio le possibilità che si ripeta il comportamento desiderato dal padrone. Del resto, questo metodo e molto usato nella fase di addestramento e impiega spesso il cibo come premio. La ricompensa dell'educazione del cucciolo è qualcosa di più insolito, deve avere un valore eccezionale, equivale a un regalo. Il cane deve poter comprendere che voi siete contenti. Soltanto così rifarà ciò che gli chiedete sperando di provocare la vostra gioia.

Le ricompense possono essere delle leccornie, se il cane non vi è abituato, ma anche delle carezze in abbondanza accompagnate da parole dolci o semplicemente complimenti. Una volta acquisito il comportamento desiderato, non sarà più necessario ricorrere alle ricompense.

La punizione deve essere una cosa eccezionale. La più semplice consiste nel prender l'animale per la pelle del collo ( come si fa con un coniglio), ma senza sollevarlo da terra ( caso mai appoggiategli la testa al suolo ). Guairà, non perché sente male, ma perché non gli piace affatto! Tenetelo così finché cessa di dibattersi e di guaire.


>>Continua a leggere "Ricompensa e punizione nell'addestramento del cane"

2673 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Ordini brevi per i cani

Scritto da G. • Lunedì, 13 giugno 2011 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

Dite " vieni ", ma evitate " ora sai che divenire, torna a casa ". Spesso i padroni hanno l'impressione di essere bruschi se sono brevi. Ma anche una sola parola può essere detto in modo dolcissimo. Un ordine troppo lungo non viene capito. Per un dato ordine dovete usare sempre la stessa parola. Se avete scelto di dire " seduto ", non dovete cambiare in " si esiti ", o " mettiti la ". Il cane penserà che si tratta di un ordine diverso. I

l cane registra la sonorità non il significato della parola. Potete lentamente usare il tedesco, usato specialmente per i cani che v'erano addestrati alla guardia o alla difesa personale, ma è assolutamente indifferente se non per sfumatura di sonorità. In ogni caso, tutti membri della famiglia devono usare le stesse parole. È preferibile usare una voce con toni gravi, perché il cane e più attente ai suoni gravi. Non a caso i padroni sono spesso scontati più facilmente delle padrone. Soprattutto evitate di gridare. Un tono secco e autoritario e sufficiente. Anche un rimprovero deve essere fatto con calma, ma sempre con fermezza.


>>Continua a leggere "Ordini brevi per i cani"

2272 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

L'educazione del cucciolo di cane

Scritto da G. • Venerdì, 10 giugno 2011 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

A questo punto, le fasi della crescita, dell'apprendimento, dello sviluppo fisiologico del cucciolo non hanno più segreti. Ma sono nozioni generali che si adattano qualsiasi cucciolo, mentre vi sono delle diversità, le razze hanno caratteristiche proprie e bisogna tenere conto del carattere del cucciolo nella crescita e nella sua educazione. Il cucciolo arriva in casa vostra svezzato autonomo.

Ora il problema è quello di educarlo. Metteremo in risalto la nozione di " dominato-dominante". Tutti gli animali selvatici che vivono in gruppo stabiliscono dei rapporti gerarchici che favoriscono l'organizzazione la sopravvivenza del gruppo stesso. La famiglia umana presso la quale il cane vive è considerata come un gruppo, anche se non è selvaggio. Il cane deve trovarvi il suo posto, ma deve essere sempre il posto di un dominato.

Ciò non vuol dire che bisogna sottomettere e maltrattare in continuazione l'animale che avete in casa, ma che il cane deve considerare sempre le persone di famiglia come se fossero sua madre e che come tale avranno sempre l'ultima parola. Non è detto che rispetto dell'ordine gerarchico vi permetterà di instaurare delle relazioni equilibrate e affettuoso col vostro animale. La maggioranza dei problemi di comportamento del cane provengono dalla mancanza di chiarezza e stabilità delle relazioni padrone-cane.


>>Continua a leggere "L'educazione del cucciolo di cane"

1805 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Gli additivi usati nell'alimentazione

Scritto da G. • Mercoledì, 8 giugno 2011 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

La loro aggiunta al prodotto è in qualche modo compresa nella ricetta elaborata dalla ditta produttrice. Tuttavia, l'uso di queste sostanze è regolamentato da leggi specifiche. L’introduzione sul mercato di un nuovo additivo destinato all'alimentazione animale può avvenire solo dopo un lungo iter amministrativo e scientifico presso i governi italiano ed europeo.

Esistono varie categorie di additivi.: tra quelle elencate, troviamo additivi i cui nomi ci sono familiari: gli aromi che rendono più appetibile alimento, i coloranti che stimolano la percezione visiva dei cibi, le vitamine e gli oligoelementi di cui abbiamo sottolineato l'importanza dell'alimentazione. Gli antiossidanti e i conservanti sono usati per ritardare l'ossidazione di grassi e il deterioramento delle vitamine; concorrono dunque a preservare il più lungo possibile fino alla data di scadenza la genuinità del prodotto, poiché possono trascorrere molti mesi tra il confezionamento e il consumo. All'inizio degli anni '80 scoppiò una polemica circa la possibile nocività di alcuni agenti antiossidanti, tra cui l'etossichina.

La pressione congiunta di distributori e consumatori costringe il produttore illustrare le caratteristiche di tali molecole e a giustificare la scelta di aggiungerle o meno i loro prodotti. Tra gli agenti antiossidanti naturali prodotti, possiamo citare: le vitamine E e C, il rame e lo zinco. Altri sono meno conosciuti, come per esempio i prebiotici e i probiotici: regolano la flora intestinale e facilitano la digestione degli alimenti. I prebiotici comprendono alcuni zuccheri complessi la cui azione bifidogena aiuta a ridurre la flora patogena nell'intestino e migliore il sistema immunitario. Alcune ditte produttrici di cibo per cani dichiarano esplicitamente l'uso dei prebiotici.

Di recente è aumentato l'uso dei probiotici, microrganismi di cui è stata dimostrata all'azione sull'apparato digerente degli animali. 


>>Continua a leggere "Gli additivi usati nell'alimentazione"

1823 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Le materie prime dell'alimentazione

Scritto da G. • Lunedì, 6 giugno 2011 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

I prodotti di base dell'alimentazione.

Carne e pesce

le carni ( carne rossa e bianca, muscoli e frattaglie rosse ) e il pesce provengono dallo stesso circuito di approvvigionamento che rifornisce anche le nostre tavole.

Farine animali

Ottenute dalla trasformazione delle carcasse animali e dei sottoprodotti del taglio, le farine animali rappresentano una ricca fonte di proteine. Tuttavia, vari scandali hanno messo in discussione l'opportunità del loro uso nell'alimentazione animale. Ricordiamo che esiste una direttiva europea secondo cui le farine animali devono essere sottoposte a un trattamento della durata di venti minuti a temperatura di 133 gradi, pressione tre bar: tale processo di solito rende inattivi gli agenti patogeni ( questa misura fu adottata soprattutto per contrastare l'epidemia di encefalopatia spongiforme bovina, o morbo della mucca pazza). Le farine sono composte le seguenti ingredienti:

-carne: deve presentare un tasso di proteine semplici-materia secca maggior del 50%. Le farine sono composte essenzialmente da carni e sottoprodotti provenienti da carcasse senza corna peli o piume, riscaldati seccati e ridotti in polvere;

-pesce: la carne, le teste degli scarti provengono dalla filettatura. Il metodo di fabbricazione è simile a quello adottato per la carne, tuttavia prima viene estratta una parte dell'olio;

-ossa: è la principale fonte di calcio. Vengono utilizzate ossa di bovini o maiali provenienti dai mattatori;

-sangue: raccolto nel mattatoio è trasportato in una fabbrica dove viene filtrato, depurato da tutti i grumi e trattato con un anticoagulante alimentare. In seguito, si separa il plasma dalla parte corpuscolata mediante centrifugazione. Il prodotto ottenuto in essiccato e ridotti in polvere;

-piume: le farine sono tenute dalle piume del pollame di allevamento.

Cereali

I più usati sono il riso, il grano, il mais e l'orzo. Sotto forma di petali, fiocchi o farina, sono parte integrante della composizione degli alimenti pronti.



>>Continua a leggere "Le materie prime dell'alimentazione"

1739 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

L'importanza dell'acqua per il gatto

Scritto da G. • Venerdì, 3 giugno 2011 • Commenti 0 • Categoria: Cure del gatto

Il gatto è un animale desertico, capace di concentrare le sue urine in modo sorprendente. Per questo, rispetto agli altri animali, richiede quantità di acqua decisamente ridotte. Per il gatto l’acqua è un elemento di vitale importanza. Dev’essere sempre a disposizione, fresca e pulita, indipendentemente da ciò che l’animale mangia e anche se il gatto beve poco.

Se si nutre con alimenti umidi, freschi o preconfezionati, il suo fabbisogno giornaliero sarà soddisfatto dalla presenza di una percentuale di acqua pari all’80%; se, invece, preferisce il secco dovrà assumere 2 ml di acqua per ogni grammo di secco ingerito.

Il proprietario dovrà sempre preoccuparsi se il gatto assume troppa acqua. Un aumento della sete potrebbe essere imputabile a vomito o diarrea, a febbre alta o semplicemente a un diverso regime dietetico.


>>Continua a leggere "L'importanza dell'acqua per il gatto"

2495 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!