I veri amici dell'uomo ...

Attenzione ai botti!!!!

Scritto da G. • Venerdì, 31 dicembre 2010

Ai nostri amici a quattro zampe non piacciono i botti e i fuochi d'artificio!!!

Ogni anno scappano da casa miliaia di cani e gatti che scappano per la paura e poi si sa, finiscono per strada e le conseguenze si conoscono...


>>Continua a leggere "Attenzione ai botti!!!!"

1445 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Anche gli animali a rischio obesità nelle feste

Scritto da G. • Venerdì, 31 dicembre 2010

Ebbene sì, anche i nostri amici animali sono a rischio obesità in queste feste :-)

Vi ripropongo il servizio del telegiornale "Studio Aperto" nel caso ve lo foste perso....

Buona visione


>>Continua a leggere "Anche gli animali a rischio obesità nelle feste"

1686 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il legame madre-cucciolo di cane

Scritto da G. • Martedì, 28 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

La madre nutre il suo piccolo, lo marca, lo protegge: tutto ciò serve a formare dei fortissimi legami affettivi di cui il cucciolo ha bisogno per svilupparsi correttamente. Il padrone ha il dovere di sorvegliare, senza intervenire, che tutto si svolga normalmente. La protezione: la cagna sa per istinto che bisogna stabilire subito dei legami con il suo piccolo per proteggerlo dalle aggressioni esterne. In un quadro di addomesticamento così avanzato a come quello delle relazioni uomo-cane, la madre sa di essere al sicuro.

I legami nasceranno dal piacere della cagna di essere con i suoi piccoli e non da un semplice riflesso di sopravvivenza. Così è possibile trovarsi davanti a madri iperprotettive o a madri più rilassate. E sicuramente a causa dell'intrusione dell'uomo con l'addomesticamento che alcune cagna perdono del tutto l'istinto di protezione dei piccoli e non se ne occupano affatto. La cuccia: la cuccia è un elemento di stabilità per il cucciolo. Bisogna fare in modo che esista anche fisicamente un luogo in cui il cucciolo possa andare a rifugiarsi alla minima paura.

La cagna sta molto attenta al comportamento dei neonati e noterà a tua piccola anomalia. Li solleva con la bocca per radunarli nei primi giorni. Poi, diventando troppo pesanti per essere portati, li richiama all'ordine.


>>Continua a leggere "Il legame madre-cucciolo di cane"

1668 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

I primi contatti di cucciolo di cane - 2° parte

Scritto da G. • Lunedì, 27 dicembre 2010

L'allattamento

Occorre sorvegliare il normale andamento dell'allattamento sul piano medico e anche razionale. Sul piano medico: nelle prime ore il cucciolo succhia il colostro ricco di immunoglobine materne che lo proteggono dalle infezioni, in attesa delle vaccinazioni. Occorre controllare lo stato delle mammelle della madre perché alcuni cuccioli molto ingordi le provocano delle ferite che possono infettarsi (soprattutto dopo le sei settimane ).

Alcuni cuccioli hanno bisogno di essere aiutati a succhiare e vanno messi a contatto della mammella, stringendola per far uscire il latte. Se lasciamo che la cerchino da soli, vi è il rischio che non si nutrano abbastanza dopo la nascita. È importante, invece, non fare niente per quelli che se la cavano benissimo da soli. Sul piano relazionale: i vincoli si rinforzano con la ricerca della mammella per la prima portata.

La madre aiuta il piccolo a trovare le sue mammelle, assumendo una posizione che faciliti il contatto. La prima poppata fornisce il colostro ricco di anticorpi, perciò la madre è molto paziente, ma nei giorni successivi la sua pazienza diminuisce gradualmente. I vincoli si rafforzano a poco a poco e risultano da un sapiente miscuglio gli atteggiamenti innati e di comportamento materno. La pulizia fa parte delle tappe fondamentali del cucciolo neonato, ma soprattutto il periodo della protezione è indispensabile all'equilibrio del rapporto madre-cucciolo.

Comprenderete facilmente che il padrone deve stare in disparte durante tutta questa prima fase, pur essendo al tempo stesso molto presente.


>>Continua a leggere "I primi contatti di cucciolo di cane - 2° parte"

2141 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La gravidanza del cane

Scritto da G. • Giovedì, 23 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

La durata media della gestazione è di 62-63 giorni. È possibile fare una diagnosi di gravidanza precoce e sapere di quanti piccoli sarà la cucciolata.

Le tecniche adottate per la diagnosi sono l'ecografia, la palpazione manuale dell'addome e la radiografia. L'ecografia è la tecnica più precoce perché può essere fatta già dal 18° giorno.

Ecco i principali termini di riferimento:

- 18 giorni..... ampolle fetali; 22 giorni....... Feti visibili; 28 giorni... battiti cardiaci; 43 giorni... vertebre.

La palpazione dell'addome per individuare gli involucri fetali si può effettuare dalla 40º giorno, ma i margini di errore sono piuttosto ampi.

La radiografia è il metodo più tardivo e potrà rivelare la gestazione solo dal 45º giorno in poi:

- 45 giorni... scheletro visibile ( cranio, rachide, costole ); 50 giorni... spalla, omero, femore; 54 giorni... radio, tibia; 56 giorni... bacino.


>>Continua a leggere "La gravidanza del cane"

4368 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il comportamento materno del cane - 3° parte

Scritto da G. • Mercoledì, 22 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

La femmina incinta deve vivere in un ambiente calmo e soprattutto a lei familiare. Non è pensabile un suo trasferimento in piena gravidanza. Occorre evitare visite continue per verificare le sue condizioni. L'alimentazione deve essere adeguata al buon sviluppo fisico dei cuccioli: questa indicazione è fondamentale. I fabbisogni della madre aumentano soprattutto nell'ultimo terzo della gravidanza, quando i feti sono soggetti a una crescita molto rapida.

Alla fine della gravidanza, la cagna ha un aumento di peso dal 15 al 25%. L'apporto supplementare di cibo va dato negli ultimi quindici giorni di gestazione. A partire dalla quinta settimana, e per le successive, bisogna aumentare del 10% la razione. Per svilupparsi, il feto ha bisogno di acqua e proteine. Questo determinerà gli apporti supplementari che sono dovuti alla madre.

Al termine della gravidanza il suo fabbisogno di proteine e quattro volte superiore a quello dei periodi normali: le razioni devono avere proteine pari ad almeno il 30% della materia secca. Ricordiamo che gli alimenti ricchi di proteine sono le uova, il fegato, i latticini. Anche il fabbisogno di minerali risulta aumentato.


>>Continua a leggere "Il comportamento materno del cane - 3° parte"

2912 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il comportamento materno del cane - 2° parte

Scritto da G. • Martedì, 21 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

Il comportamento materno, con le attenzioni verso il giovane cucciolo, determina l'educazione e lo svezzamento, ma non possiamo trascurare l'importanza dell'uomo che, suo malgrado, impone al cucciolo con un'interazione con la madre, dato che la animale vive in un ambiente umano. L'interazione madre-cucciolo lascierà prestò il posto ai rapporti padrone-cucciolo e occorre saper gestire questo cambiamento senza errori.

La cagna non ha una vera presa di coscienza della propria maternità. Durante la gravidanza i suoi stati emozionali sono essenzialmente di natura ormonale e le sue reazioni sono dettate dall'istinto. Non si può dire la stessa cosa riguardo alla suo atteggiamento verso i piccoli, dopo la nascita. Diventa madre, assolve in pieno il suo ruolo, salvo casi eccezionali. All'allevatore spetta il compito di seguire bene la gravidanza. Fin dal concepimento esiste un rapporto strettissimo tra la madre e il feto, anche se è regolato da uno scambio di sostanze all'interno del corpo della madre e non dalla sua coscienza.

Uno sviluppo comportamentale del cucciolo comincia, quindi, assai prima della nascita e dipende dalle condizioni di equilibrio della madre. Uno stress sofferto dalla madre si ripercuote sul cucciolo mediante secrezione di sostanze che ne modificano l'equilibrio emozionale. La comunicazione fra nascituro e madre avviene tramite e il liquido amniotico nel quale affetto che immerso.


>>Continua a leggere "Il comportamento materno del cane - 2° parte"

2046 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il comportamento materno del cane - 1° parte

Scritto da G. • Lunedì, 20 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

Il cane è un animale con uno sviluppo incompleto alla nascita. Certe specie di mammiferi, come per esempio alcuni grandi erbovori, partoriscono cuccioli che sono già autonomi, sono in grado di camminare e di seguire la madre che raggiunge il branco. II sistema nervoso del cane invece non ha ancora raggiunto la maturità, il cucciolo nasce sordo e cieco e dipende completamente dalla madre per un certo periodo di tempo.

Il comportamento materno risulta determinante per il futuro equilibrio del cucciolo perché gli assicurerà un corretto risveglio delle facoltà psicofisiche. È quindi fondamentale che la cagna abbia potuto godere di buone condizioni durante la gravidanza e il parto, in modo da poter essere una madre attenta e non stressata. Il vincolo madre-cucciolo rimane molto stretto fino allo svezzamento, cioè intorno alle sette settimane di vita.

In questo periodo la madre è il principale referente del nuovo nato, ma non l'unico: anche la persona che alleva il cucciolo ha una forte responsabilità nell'assicurare il suo futuro equilibrio. Il cucciolo deve essere sottoposto a stimolazioni da parte di sua madre (leccamento, contatto), ma anche a stimolazioni visive, sonore ecc..


>>Continua a leggere "Il comportamento materno del cane - 1° parte"

3386 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!