I veri amici dell'uomo ...

I nostri amici animali possono entrare in ospedale

Scritto da G. • Domenica, 29 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Cure del cane

Ieri sera ho sentito al telegiornale che finalmente i nostri fedeli amici, cani e gatti e conigli, possono entrare in ospedale per far visita ai loro padroni ricoverati.

L’iniziativa è partita dall’Ospedale San Martino di Genova, che a partire dal 1° dicembre, se non ci sono controindicazioni sanitarie, gli animali domestici potranno andare a trovare i proprio padroni negli orari di visita proprio come succede per gli amici e i parenti.

Lo potranno fare però solo se sono sani, quindi devono avere tutte le certificazioni del veterinario che ne attestino l’assenza di malattie, al fine di non compromettere l’igiene  e la salute nei reparti.

Essi dovranno avere il guinzaglio per i cani e il trasportino per i gatti e i conigli e ci dovrà comunque essere il consenso da parte del medico e degli altri pazienti ricoverati nella stanza.

Tutto questo è successo grazie ad una povera signora, malata terminale, che ha chiesto di poter vedere un’ultima volta il suo più fedele amico, il quale però era stato bloccato dalla vigilanza. Il Direttore Sanitario è venuto a conoscenza del fatto e ha fatto un’eccezione dandogli la possibilità di entrare e redigendo da questo episodio un nuovo regolamento che desse la possibilità di far entrare gli animali domestici, sottolineando anche che l’apporto affettivo dell’animale domestico è riconosciuto come supporto terapeutico, facendo anche riferimento alla Pet Therapy


>>Continua a leggere "I nostri amici animali possono entrare in ospedale"

5884 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il Terrier Nero Russo

Scritto da G. • Sabato, 28 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Razze canine

Il Terrier Nero Russo è una razza canina molto recente, nata grazie a vari incroci (Schnauzer, Terranova, forse Rottweiler) per poter assistere l’Esercito e la Polizia.
Con questo lavoro i cinologi sovietici intendevano ottenere un animale di grandi dimensioni, psichicamente equilibrato, poco esigente, recettivo all'addestramento e capace di adattarsi a condizioni climatiche molto diverse.

Ha preso molto fisicamente dallo Schauzer, infatti è un cane di taglia superiore alla media, con ossatura e muscolatura massicce, molto robusto e forte.

E’ un cane dal carattere eccezionale con un temperamento forte, nervoso e vigoroso. E’ molto adatto alla difesa, ed è molto diffidente nei confronti degli estranei, può anche arrivare a mordere.

Per questo non è molto adatto alla compagnia dei bambini: infatti non li riconosce, come invece tutti i Cani da pastore, come dei cuccioli ma li considera delle seccature.

Difficilmente si adatta alla vita in casa o in appartamento, infatti proprio per il suo temperamento rustico è meglio che viva all’aria aperta. Come salute è robusto.

E’ un “dominante” e se sappiamo conquistare la sua stima, sarà un compagno meraviglioso sempre pronto a compiacerci.

Il Terrier Nero Russo apprende facilmente se l’insegnamento gli viene proposto con dolcezza, ogni forma di brutalità o coercizione non produrrà nessun risultato positivo.


>>Continua a leggere "Il Terrier Nero Russo"

6477 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La cassetta igienica per i gatti

Scritto da G. • Mercoledì, 25 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Cure del gatto

Il gatto non ha mai perso l’abitudine di scavare e sotterrare i propri escrementi nel terreno.

Per rispettare questa sua necessità, bisogna riservargli un angolino dove sistemargli la cassetta igienica.

In commercio esistono vaschette di tipo tradizionale e modelli coperti.

Quelle tradizionali sono comuni cassette di plastica di varie dimensioni: piccole da usare ad esempio in viaggio, e grandi per uso casalingo.
Più o meno quelle più usate misurano 45 x 35 cm e hanno un bordo rialzato di 10 cm.

Le altre invece, sono dotate di un coperchio e di un oblò di accesso. Ne esistono di varie forme e dimensioni, trasparenti o colorate, con maniglie per i viaggi, una scaletta d’accesso e perfino filtri di aerazione.

Sia le vaschette aperte che quelle coperte rispondono alle esigenze igieniche del gatto. Quelle con il tetto sono un po’ più ingombranti, ma danno maggiore privacy e impediscono che la sabbietta venga sparsa sul pavimento limitrofo. 


>>Continua a leggere "La cassetta igienica per i gatti"

2546 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Lotta ai parassiti

Scritto da G. • Martedì, 24 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Emergenze Cane

La maggior insidia nei confronti della salute dei nostri cani nei mesi estivi è rappresentata dai parassiti (pulci e zecche, ma anche zanzare, pappataci e altri moscerini) che possono con le loro punture trasmettere alcune malattie, come la filariosi o la leihsmaniosi, quest'ultima in alcune forme pericolosa anche per la salute umana.

Pure le zecche possono veicolare al cane una grave malattia, il morbo di Lyme, anch'essa trasmissibile all'uomo.

Mentre per la filariosi sono disponibili in commercio numerosi efficaci preparati da somministrare all'animale durante i mesi estivi e che garantiscono la protezione da questa malattia, per le altre due forme occorre evitare innanzitutto il contatto con i parassiti potenzialmente pericolosi, quindi in sostanza difendere il cane con antiparassitari che nel contempo abbiano azione repellente: a tale scopo si possono impiegare collari, gocce, ungenti e persino integratori alimentari.



>>Continua a leggere "Lotta ai parassiti"

9030 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

American Curl

Scritto da G. • Lunedì, 23 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Razze feline

La caratteristica principale di questa razza è che i gatti hanno le orecchie arricciate, dovuta alla presenza del gene “Cu”. Il gene Curl o gene delle orecchie piegate (in inglese curl significa ricciolo) è un gene dominante nato da una mutazione spontanea.

Nonostante inizialmente si praticassero frequenti accoppiamenti in consanguineità non sono state segnalate nascite di soggetti con malformazioni scheletriche o anomalie genetiche. Il gene agisce sulla cartilagine dell’orecchio che nella sua parte mediale e per un terzo dell’altezza totale si presenta rigida mentre è flessibile nella parte superiore.

Il mantello è semilungo e ammette tutte le varianti di colore e disegno. E’ setoso, sottile, non vaporoso.

Il Curl è un gatto spiritoso e simpatico, molto attento e vigile infatti è un ottimo cacciatore e arrampicatore. Per la sua vivacità si adatta benissimo ai grandi spazi, non disdegna comunque la vita in appartamento.

E’ molto socievole non solo con l’uomo ma, grazie alla sua indole pacifica, trova sempre una buona intesa con gli altri gatti e anche con i cani. Adora i bambini con i quali instaura un’ottima intesa.

E’ un gatto forte e robusto senza alcuna predisposizione a malattie specifiche.






>>Continua a leggere "American Curl"

6511 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Perchè si dice "Fa un freddo cane?"

Scritto da G. • Domenica, 22 novembre 2009

Ieri sera mi trovavo in giro con i miei amici e ad un certo punto abbiamo detto: “Mamma mia, fa un freddo cane” e allora poi ci siamo chiesti il perché si usa questa espressione quando fa tanto freddo.

Oggi mi sono documentata e ho trovato su Focus questa risposta: “Il cane è stato nel passato simbolo del freddo: quello che oggi è uno degli animali domestici più coccolati e privilegiati dall'uomo non ha sempre avuto sorte benevola. Ci sono stati tempi in cui il cane era costretto in catene, privato del cibo per aumentare la sua ferocia contro intrusi e ladri e lasciato all'addiaccio e fuori dalle abitazioni a causa delle malattie infettive da cui era afflitto. L'accezione negativa di cane, cui fu associata l'idea di disgrazia, si può far risalire anche all'antico gioco dei dadi diffuso presso i Romani: il “colpo del cane” era infatti quello più sfortunato, in cui tutti i dadi lanciati segnavano il punteggio inferiore.”

Ma ho anche trovato un’altra spiegazione, quando c'è un freddo rigido polare, i cani sono gli unici esseri viventi che possono andare in giro, grazie anche al loro equipaggiamento di pelo e sembra che questo modo di dire nasca proprio da una consuedutine eschimese dove si era soliti dire, oggi ha fatto un freddo cane, oggi ha fatto freddo per due cani..


>>Continua a leggere "Perchè si dice "Fa un freddo cane?""

4021 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Le cure per gli occhi dei cani

Scritto da G. • Sabato, 21 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Emergenze Cane

Anche se il vostro cane è correttamente alimentato non basta per assicurarne la sua salute. E’ necessario occuparsi anche di tutte le malattie che possono riguardare i vari organi.

Di qualsiasi razza siano, i cani hanno occhi particolarmente sensibili che hanno bisogno di un’attenzione quotidiana. Nelle razze piccole i canali lacrimali si tappano di frequente, cosa che può provocare uno scolo continuo di lacrime nell’angolo dell’occhio con un conseguente scolorimento del pelo.

I farmaci per gli occhi sono di tipo esterno e coinvolgono la cornea, la congiuntiva e gli angoli degli occhi.

La cornea è la parte dell’occhio a diretto contatto con l’aria e può infiammarsi causando cheratite.
La congiuntiva è la mucosa che riveste l’interno delle palpebre e la sua infiammazione è detta congiuntivite.
Il cristallino può opacizzarsi e generare una cataratta.
Il colore dell’occhio è dato dall’iride.
La retina è la membrana sensibile alla luce posta sul fondo interno dell’occhio.
I canali lacrimali partono dall’angolo interno dell’occhio e scendono verso le narici.

I prodotti da utilizzare per la pulizia dell’occhio sono specifiche lozioni oculari per i cani o soluzione fisiologica.
Pulite gli occhi tutti i giorni con una garza imbevuta di questi liquidi. Non è consigliabile l’uso del cotone idrofilo perché può lasciare dei filamenti sulle ciglia.

Il movimento della pulizia deve partire dall’angolo interno (vicino al naso) verso l’angolo esterno per facilitare l’azione di rimozione delle sporcizie. 


>>Continua a leggere "Le cure per gli occhi dei cani"

6199 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il Cocker

Scritto da G. • Venerdì, 20 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Razze canine


Questa razza nasce in Inghilterra come cane da caccia soprattutto dalle famiglie signorili. La razza si rivelò presto specializzata su terreni ampi e pianeggiati, ma anche capace di cercare, inseguire e riportare lavorando in ambienti molto diversificati, da quelli boschivi o ricoperti da rovi e macchie ai canneti, agli acquitrini.

E' apprezzato dai cacciatori per il fiuto, la docilità ai comandi, l' agilità, la delicatezza nel riportare la selvaggina senza lasciare traccia dei denti.

E’ un cane di piccola taglia con un corpo robusto, e con la caratteristica particolare di avere delle orecchie lunghe e ben ricoperte di pelo.

E' un cane molto comunicativo, sà manifestare al compagno umano i suoi stati d'animo. Ha un ottima intesa con i bambini perchè accomunati dalla stessa passione per il divertimento. Con i gatti ha uno strano rapporto: se fanno parte della famiglia il problema non sussiste, ma se durante una passeggiata ne incontrano uno, allora si scatena l'istinto del predatore e al gatto non resta altro che fuggire.

Ha la tendenza ad ingrassare e pertanto è meglio dosare le porzioni di ciò e non allungargli i bocconi fuori pasto. Anche perchè, se si abitua ad ottenere tutto quello che vuole ne risentirebbe il carattere, diventando capriccioso e viziato.


>>Continua a leggere "Il Cocker"

10090 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!