I veri amici dell'uomo ...

Il Patentino per i cani pericolosi

Scritto da G. • Giovedì, 4 febbraio 2010 • Categoria: Cure del cane


Ho trovato questo articolo su "La Zampa" che vi inoltro iguardante il Patentino per i cani che vengono definiti "pericolosi". Buona Lettura.

"ROMA - ROBERTA MARESCI

Ormai avere un cane è come possedere uno scooter o l’automobile: ci vuole il patentino. È entrato in vigore il Decreto Ministeriale che fa il paio all’ordinanza del Ministro del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali sulla “tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione di cani”. Un provvedimento contro le aggressioni e le morsicature, a volte letali, “fortemente voluto” dal sottosegretario Francesca Martini insieme ai medici veterinari e alle associazioni di tutela degli animali.

Ma cosa stabilisce? Innanzitutto chi, in famiglia, porterà a spasso Fido. Poi c’è di bello che, con il sigillo della pubblicazione in Gazzetta ufficiale, scatta l’era dei nuovi percorsi formativi verso il possesso responsabile: la durata del corso base è di 10 ore, con rilascio del patentino dopo “un test di verifica finale”. Anche se il corso è obbligatorio solo per i proprietari di animali che hanno dimostrato disturbi del omportamento o sono stati dichiarati “a rischio elevato” dal servizio veterinario della Asl.

In questo caso il “patentato” dovrà anche pagarsi il corso, oltre che seguire con diligenza le materie previste, che vanno dallo sviluppo comportamentale del cane nelle diverse fasi di vita, alle principali cause di sofferenza dell'animale, agli errori di comunicazione nella relazione uomo-cane. «Considero fondamentale - evidenzia il sottosegretario Martini – il fatto che finalmente i percorsi formativi per i proprietari di cani possano entrare a regime. Costituiscono una straordinaria occasione per acquisire informazioni sul proprio animale e giungere ad un possesso cosciente. La conoscenza delle leggi in vigore e il principio della responsabilità - dice la Martini - rappresentano un pilastro fondamentale per migliorare la civile convivenza nel nostro Paese».


Viaggia sullo stesso binario anche l’Ente nazionale protezione animali: «Consideriamo questo un provvedimento fondamentale - sottolinea Carla Rocchi, presidente nazionale Enpa - poiché mette al primo posto l’assunzione di responsabilità dei proprietari, uscendo così dalla vecchia logica della demonizzazione di alcune razze che non ha evitato un solo episodio di morsicatura.

Di parere contrario il Codacons: «si tratta di un provvedimento inutile che non servirà ad impedire le aggressioni da parte dei cani. Il patentino, infatti, non è obbligatorio per nessuno, nemmeno per i padroni delle 17 razze che il predecessore della Martini, Sirchia, aveva considerato potenzialmente più pericolose. Il patentino, infatti, è obbligatorio solo ex post, ossia dopo il cane ha già dimostrato al veterinario di essere aggressivo e pericoloso, ossia dopo che ha morsicato e ridotto in fin di vita qualcuno».



Il provvedimento del sottosegretario Martini, attacca il Codacons, «stabilisce che i servizi veterinari decideranno le misure di prevenzione e la necessità di un intervento terapeutico comportamentale solo nel caso di rilevazione di rischio potenziale elevato, in base alla gravità delle eventuali lesioni provocate a persone, animali o cose, ossia solo dopo che le aggressioni si sono verificate. Anzi, non basterà essere morsicati, ma occorrerà che le lesioni provocate dal cane siano gravi»."
2535 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.
To leave a comment you must approve it via e-mail, which will be sent to your address after submission.

To prevent automated Bots from commentspamming, please enter the string you see in the image below in the appropriate input box. Your comment will only be submitted if the strings match. Please ensure that your browser supports and accepts cookies, or your comment cannot be verified correctly.
CAPTCHA