I veri amici dell'uomo ...

E' morto il gatto che prendeva l'autobus in Inghilterra

Scritto da G. • Martedì, 26 gennaio 2010 • Categoria: Cure del gatto


Purtroppo sono venuta a conoscenza che il gatto inglese che prendeva l'autobus tutti i giorni alla stessa ora, è stato investito da un auto ed è morto. Solo qualche tempo fa avevo visto al Telegiornale un servizio che raccontava di questo animale, poi oggi ho cercato su Internet la notizia e ho trovato questo articolo tratto da "La Zampa" che provvedo a copiare per portare tutti voi a conoscenza della storia di questo gatto.

"LONDRA
Ha preso l'autobus regolarmente ogni giorno per quattro anni, ma ora è giunto alla fine del suo viaggio. E' la storia di Casper, il gatto pendolare che si faceva il giro turistico della città di Plymouth (nella contea del Devon) per poi rientrare a casa, è morto investito da una macchina venerdì scorso. Il suo decesso ha profondamente addolorato gli abitanti della zona, che hanno appeso un cartellino commemorativo nel luogo in cui il micio si presentava puntualmente ogni mattina per prendere il bus.

La vicenda del mitico gatto vagabondo è stata riferita oggi dal Guardian, che ha raccontato come ogni giorno da vari anni Casper aspettava pazientemente in fila con gli altri passeggeri per salire a bordo dell’autobus numero 3 delle 10.55. Secondo il quotidiano britannico, la bizzarra vita di Casper «aveva attratto l’attenzione della stampa internazionale e regalava sorrisi in tutto il mondo». Ma è stata proprio la strada che Casper tanto amava ha portarlo alla morte. Il gatto siberiano di dodici anni, noto anche in Italia fra l’altro grazie al recente servizio di un tg nazionale, è stato infatti investito da un’automobile mentre stava attraversando la strada per raggiungere la sua solita fermata.

In un cartello commemorativo gli abitanti di Plymouth hanno scritto: «Casper ci mancherai. Eri amato da tutti, e rendevi più piacevole il tempo trascorso in autobus. Purtroppo sei stati investito, e l’autista non ha avuto neanche il buon gusto di fermarsi».

Il gatto era diventato la mascotte degli autisti, che si preoccupavano che stesse bene e che scendesse alla fermata giusta, anche se in tanti anni il micio non aveva mai sbagliato fermata. La stessa azienda di trasporti «First» aveva chiesto ai suoi dipendenti di prendersi cura del «passeggero non pagante».

La proprietaria del gatto pendolare, Susan Finden,65 anni, ha raccontato al Guardian che «l’ho chiamato Casper come il fantasmino dei cartoni animati, proprio perche aveva l’abitudine di sparire come un fantasma! Era un gatto magnifico ed affettuosissimo. Saranno in tanti a sentire la sua mancanza»".



3357 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.
To leave a comment you must approve it via e-mail, which will be sent to your address after submission.

To prevent automated Bots from commentspamming, please enter the string you see in the image below in the appropriate input box. Your comment will only be submitted if the strings match. Please ensure that your browser supports and accepts cookies, or your comment cannot be verified correctly.
CAPTCHA